Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Catania - San Giovanni Galermo, un piano per rendere più sicura la viabilità
di Alberto Maugeri

L’idea è quella di realizzare dei parcheggi, ma anche degli appositi attraversamenti pedonali. La III Commissione e i tecnici del Comune hanno svolto un sopralluogo in zona

Tags: Catania, San Giovanni Galermo



CATANIA - Uno dei quartieri più trafficati con un consistente afflusso di veicoli e per questo motivo la necessità di intervenire su alcune arterie particolarmente rischiose diventa più doverosa che mai. Si presenta così San Giovanni Galermo, con questo quadro veicolare spinoso tale da richiedere una maggiore sicurezza per chiunque si ritrovi a transitare per le strade principali di questo affollatissimo quartiere etneo.

A scendere in campo e ad affrontare di petto le consuete problematiche di viabilità sono stati i membri della III Commissione viabilità (fra cui Giuseppe Catalano) e i tecnici del Comune di Catania, guidati dal presidente Carmelo Sofia, di recente protagonisti dell’ennesimo sopralluogo a San Giovanni Galermo al fine di rilevare ulteriori criticità e trovare modi adeguati sul come risolverle.

Al termine delle verifiche effettuate, si è deciso di mettere su un importante progetto per la messa in sicurezza di alcune vie prospettando essenzialmente la realizzazione di parcheggi auto, utili per snellire e “regolarizzare” il traffico, che a loro volta si vanno ad accompagnare a degli appositi attraversamenti pedonali per il raggiungimento dell’ordine e della disciplina stradale.
Tra le vie toccate dalla Commissione viabilità e dai tecnici del Comune spicca soprattutto via San Giovanni Battista, dove si risente nettamente della mancanza di parcheggi o meglio ancora di semplici spazi nei quali poter posteggiare la macchina. Inoltre, va altresì registrata su questa via la presenza di marciapiedi piuttosto estesi che in questa maniera finiscono per restringere notevolmente lo spazio alla carreggiata (e alcuni automobilisti vanno a posteggiare la macchina proprio sui marciapiedi).

Se il progetto di messa in sicurezza di San Giovanni Galermo andrà effettivamente in porto, via San Giovanni Battista sarà la prima arteria a rivestirsi di parcheggi per le macchine. La questione degli attraversamenti pedonali concerne invece altre arterie, specialmente via Don Minzoni, spesso scenario di tremendi incidenti mortali

Articolo pubblicato il 19 giugno 2014 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus