Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Ars, altra seduta a vuoto. Governo assente
di Raffaella Pessina

Sospesa alle 17.30 perchè mancava l’assessore alla Sanità, Borsellino. Prassi che si ripete, incardinato un ddl su filiere agricole

Tags: Ars, Rosario Crocetta



PALERMO - Polemiche in Aula ieri pomeriggio per l’assenza dell’assessore alla Sanità Borsellino, assenza stigmatizzata da un intervento di Giuseppe Milazzo di Forza Italia. Sempre di più il Parlamento e l’esecutivo regionale si pongono agli antipodi. L’Aula, prima sospesa per ricominciare alle 17.30 perché mancava il rappresentante del Governo è stata successivamente chiusa e rinviata ad oggi pomeriggio. L’assenza cronica del Governo da Sala d’Ercole, rende praticamente impossibile l’attività d’Aula, soprattutto quando si tratta di discutere interrogazioni ed interpellanze, per le quali è necessaria la presenza dell’assessore.

C’è stato comunque il tempo di incardinare il disegno di legge su "Osservatorio equità e giustizia nelle filiere agricole e alimentari". Dopo la lettura della relazione e la discussione generale, si è dato tempo sino a oggi alle 12 per la presentazione degli emendamenti. Il deputato di Forza Italia Salvo Pogliese ha comunicato con una missiva letta all'Ars ieri pomeriggio dal vicepresidente Antonio Venturino, di avere optato per il seggio nell'Europarlamento conquistato nelle elezioni del 25 maggio scorso. Venturino ha spiegato che in una successiva seduta si provvederà a formalizzare l'ingresso a Palazzo dei Normanni del deputato subentrante.

Il capogruppo di Forza Italia all'Ars Marco Falcone si è dimesso dalla sua carica di componente della commissione Bilancio. Lo ha detto lo stesso Falcone a margine della seduta e per questa mattina terrà una conferenza stampa per esporre alcuni dei nodi del settore formazione, i cui dirigenti sono stati ascoltati proprio ieri in commissione Bilancio. "Non sono entrato in polemica con i commissari, non c'è alcun risentimento alla base della mia decisione - ha detto Falcone - la mia scelta è motivata dal desiderio di far fare un'esperienza in commissione ad un collega". A prendere il posto di Falcone sarà  infatti Giuseppe Milazzo.

Intanto è stata approvata dalla commissione Sanità dell'Ars, con parere contrario del governo, una norma che di fatto fa affondare le misure dell’esecutivo Crocetta sul reddito minimo per pagare le spese sanitarie dei non indigenti. La norma storna dall'art. 25 della finanziaria regionale i 60 milioni di euro destinati a finanziare per tre mesi le fasce di indigenza sotto i 5000 euro di reddito annuo, per destinarli invece alla copertura per il triennio 2014-2016 al pagamento del ticket sanitario per la specialistica ambulatoriale e la farmaceutica per i soggetti appartenenti a nuclei familiari con reddito Irpef complessivo inferiore a 50 mila euro.
 
La norma, all'articolo 25 della finanziaria regionale, presentata dal governo come misura per contrastare le condizioni di povertà e di esclusione sociale era stata inizialmente emendata da Gino Ioppolo (Lista Musumeci) che ha poi ritirato l'emendamento per far approvare all'unanimità quello presentato dalla commissione, a firma del presidente Pippo di Giacomo (Pd).

Articolo pubblicato il 02 luglio 2014 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus
Lucia Borsellino, assessore regionale alla Salute
Lucia Borsellino, assessore regionale alla Salute