Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia  su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Catania - Gazebo in strada, regole ferree Basta con i tendoni e l’illegalità
di Melania Tanteri

Si va verso l’approvazione in Consiglio comunale. Tra le novità la differenziata obbligatoria. Il regolamento sui dehors vede la luce, mediato tra Comune, residenti e operatori

Tags: Catania, Gazebo, Enzo Bianco, Angela Mazzola, Dehors



CATANIA - Di tempo c’è n’è voluto per trovare un accordo, ma alla fine il regolamento sui dehors ha visto la luce. Lo comunica l'assessore alle Attività produttive, Angela Mazzola, dopo una serie di incontri con le associazioni  di categoria e dopo il pressing da parte dei residenti, in particolare quelli del centro storico, che avevano chiesto regole certe per evitare che i “tendoni” tutti diversi deturpassero ulteriormente il “salotto” cittadino.

“Senza il fondamentale contributo delle associazioni di categoria – ha sottolineato l’assessore alle Attività produttive, Angela Mazzola – questo regolamento non sarebbe risultato così efficace. Il testo del documento, che ovviamente è suscettibile di integrazioni e miglioramenti da parte del Consiglio comunale – ha aggiunto - rappresenta infatti un lavoro condiviso tra l’amministrazione, che rappresenta i cittadini, e gli operatori”.

Tante le novità contenute nella bozza di regolamento che dovrà essere votata dall'assemblea cittadina: tra queste, il fatto che gli esercenti dovranno evitare che gli avventori disturbino la quiete pubblica e l’obbligo di posizionare, sotto i dehors, i cestini per la raccolta differenziata.

“La più grande novità di questo regolamento – ha spiegato l’assessore Mazzola – in venti punti, è che la concessione di suolo pubblico sarà rilasciata per un periodo di cinque anni, rinnovabile. Daremo così agli operatori - ha proseguito - l’opportunità di poter ammortizzare un investimento in strutture qualitativamente importanti”.

Il regolamento, che si compone di venti articoli, dopo che verrà analizzato e approvato dalle commissioni di merito, dovrà essere votato dal Consiglio comunale dove, sempre stando alla delegata del sindaco Bianco per quanto riguarda il commercio, arriverà a breve.

“Un’altra importante novità - ha aggiunto Angela Mazzola - è costituita dal fatto che, come accade nelle grandi città europee, alcuni dehors, pur essendo temporanei, potranno rimanere montati, nel periodo dal primo dicembre al 30 aprile. Si tratterà di strutture chiuse su tre lati e con una copertura stabile retraibile. Naturalmente - ha sottolineato - queste concessioni saranno date attraverso un parere della Sovrintendenza nel centro storico e sul lungomare, nel resto del territorio, con un’autorizzazione degli uffici comunali”.

Insomma, nuove regole per i gazebo, che potranno essere montati, previa richiesta agli uffici comunali, da tutte le tipologie di esercizi commerciali per la somministrazione di cibo o bevande: ristoranti, trattorie e pizzerie, e da bar con e senza vendita di alcolici. Secondo quanto previsto dal regolamento, inoltre, chi chiederà il permesso dovrà allegare una relazione tecnica che descriva minutamente i dehors e il luogo in cui saranno inseriti anche con planimetrie, foto e disegni. Occorrerà, in aggiunta, una certificazione dell’impianto elettrico e, se la struttura si trova nel centro storico, anche un parere della Soprintendenza.

Il regolamento prevede inoltre che, alla scadenza della concessione, le strutture debbano essere rimosse e i luoghi ripristinati. La concessione decade in caso di trasformazione dei gazebo, mancato pagamento delle tasse, inosservanza delle leggi, in particolare del Codice della strada.

Articolo pubblicato il 03 luglio 2014 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus