Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

“Con i nuovi ispettori più qualità nei controlli”
di Michele Giuliano

Parla il dirigente generale del dipartimento Lavoro, Giovanni Bologna. Territorio siciliano troppo vasto: il numero resta insufficiente

Tags: Lavoro Nero



Numeri alla mano, facendo le dovute proporzioni, i nuovi ispettori non potranno certamente considerarsi bastevoli per la realtà siciliana. “Se la mettiamo su questo piano – afferma il dirigente generale del Dipartimento Lavoro della Regione siciliana, Giovanni Bologna – allora non basterebbero nemmeno il doppio degli ispettori che abbiamo al momento in attività. Purtroppo il territorio siciliano è vastissimo ed è composto da micro e piccole imprese che spezzettano il tessuto produttivo e rendono più difficili i controlli”. I numeri dicono che gli ispettori in servizio attualmente sono 257 cui se ne affiancheranno, a pieno regime, altri 74.
 
“Questo numero – preannuncia Bologna – ci consentirà di potere aumentare i controlli del 20 per cento. Quest’anno, in proiezione, pensiamo di poterne fare all’incirca 11 mila e 500. Il che significa che, mantenendo lo stesso standard, potremo arrivare per il 2009 anche a 14 mila”. Quindi, se queste previsioni fossero rispettate, rimarranno scoperte ben 380 mila imprese. Una goccia nel mare, praticamente. “Certamente non potremo essere ovunque – aggiunge ancora il funzionario regionale – però potremo puntare non soltanto su una maggiore quantità di controlli. Programmeremo anche attività ispettive su un piano di miglioramento qualitativo. Già questo sarebbe un significativo passo in avanti per garantire ancora una maggior presenza sul territorio”.
Resta di fondo un fenomeno ce in Sicilia è davvero difficile da sradicare, per una questione di retaggio culturale ma anche di contesto socio-economico. Da queste parti ci vorrebbe probabilmente un controllore ad ogni angolo.

Articolo pubblicato il 06 ottobre 2009 - © RIPRODUZIONE RISERVATA




Leggi tutti gli articoli sull'argomento
  • Ispettori sommersi dal sommerso -
    Lavoro nero. Controlli insufficienti, rischi altissimi.
    Irregolarità. Secondo il Dipartimento del Lavoro il sommerso rappresenta il 30% del totale delle imprese, ma secondo gli ultimi controlli dell’Inail il 91% delle stesse è risultato non essere in regola.
    Ispettori. Ogni ispettore operante sulle strade in Sicilia dovrebbe sobbarcarsi in un anno in media 2 mila 320 aziende da controllare. In pratica quasi una cinquantina di imprese al giorno.
    (06 ottobre 2009)
  • Imprese sul territorio. Un comparto produttivo frazionato - (06 ottobre 2009)
  • Nei primi 4 mesi dell’anno 1.242 dipendenti in nero -
    Il fenomeno del lavoro nero continua a dilagare, insieme agli incidenti. In provincia di Siracusa il maggior numero di controlli
    (06 ottobre 2009)
  • “Con i nuovi ispettori più qualità nei controlli” -
    Parla il dirigente generale del dipartimento Lavoro, Giovanni Bologna. Territorio siciliano troppo vasto: il numero resta insufficiente
    (06 ottobre 2009)


comments powered by Disqus