Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia è su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Giovanni Ruvolo: "Responsabilità condivisa con tutta la cittadinanza"
di Annalisa Giunta

Forum con Giovanni Ruvolo, sindaco di Caltanissetta

Tags: Caltanissetta, Giovanni Ruvolo



Qual è l’impatto ad un mese dal suo insediamento?
“È positivo; ci sono delle attese reciproche sia da parte della città che si aspetta che l’amministrazione realizzi ciò che è stato promesso in campagna elettorale, sia da parte mia nei confronti della città affinchè si realizzi la responsabilità condivisa che ho chiesto a garanzia del mio voto. Fin dall’inizio ho voluto che le giunte venissero fatte settimanalmente nei quartieri e aperte alla cittadinanza, ciò al fine di far capire come ci stiamo muovendo, quali sono le nostre direzioni politiche, ma anche per ascoltare le esigenze dei nisseni”.

Qual è il primo obiettivo che vuole raggiungere?
“Il primo obiettivo di fatto è stato già raggiunto visto che dal 19 luglio un tratto del centro storico sarà pedonalizzato e abbiamo messo in cantiere una serie di eventi che animeranno quest’area. Abbiamo inoltre creato le condizione affinchè il parcheggio di via Medaglie d’Oro sia aperto h24 con una tariffa oraria di 0,50 € per il giorno, mentre dalle ore 21,30 alle ore 7,30 si pagheranno solo 2 € per tutta la notte. Sempre in questi giorni abbiamo pulito e messo in sicurezza le ville comunali e le aree verdi della città. Ho aperto Palazzo del Carmine alla cittadinanza, facilitando i rapporti con la Giunta e i dirigenti. L’area dove sorge il monumento del Redentore, finalmente, dopo 10 anni, sarà messa in sicurezza entro il 6 agosto. Grazie ad un investimento di circa 30 mila euro abbiamo previsto il ripristino delle balaustre divelte e ancora stiamo lavorando con la Polizia Municipale per scoraggiare l’abitudine dei nisseni di considerare la strada come un garage personale; stiamo dunque operando - con la tolleranza che è giusto avere - affinchè siano rispettate le regole che riguardano la viabilità ma anche il rapporto con l’amministrazione. In questo ambito stiamo definendo per ogni dirigenza gli obiettivi e la metodologia di lavoro”.

Quanti sono i dirigenti e i dipendenti?
“In questo momento i dirigenti sono 4 ma sicuramente saranno aumentanti; mentre i dipendenti sono circa 550 di cui 440 in pianta stabile, gli altri precari. Stiamo facendo una mappatura del personale per distribuire meglio le forze nei diversi settori dell’ente”

Come di sta muovendo per intercettare i fondi europei e favorire la crescita?
“Entro la prossima settimana sarà inaugurato l’Ufficio Europa, che vedrà l’impegno non solo dei dipendenti comunali ma anche di professionisti che a titolo gratuito sosterranno la progettazione. Entro settembre inoltre sarà operativo anche il front office dell’ufficio per assistere i cittadini, soprattutto i giovani, nella loro idea imprenditoriale. Inoltre nel bilancio preventivo, che dovrà essere approvato entro il 31 luglio, stiamo inserendo un fondo per il microcredito a garanzia di quanti vogliono investire sul territorio. Mi sto anche attivando affinchè il nostro territorio comunale sia presente all’Expo 2015”.

Come vi state muovendo nell’ambito culturale?
“Abbiamo già programmato tutta l’attività estiva che prenderà il via il 19 luglio e si concluderà a settembre. Una programmazione partecipata che ha preso il via con un primo evento, che abbiamo chiamato “Chiamata alle arti”, un’occasione per censire le diverse realtà artistiche e programmare le attività future”.

Qual è lo stato di salute del Comune?
“è un Comune, nonostante le difficoltà nei trasferimenti, che ha delle grosse potenzialità che potranno svilupparsi grazie al concetto di fare sistema”.
 
Quali altri progetti futuri?
“Tra questi la realizzazione del Campus biomedico, la cui macchina organizzativa ha già preso il via affinchè questa struttura entro il 2016 sia operativa. Un progetto che secondo me sconvolgerà in positivo il destino della nostra città. Altro progetto è quello di realizzare un laboratorio hi tech per l’artigianato moderno”.

Come aiuterete le fasce più deboli?
“Interverremo nelle situazioni più critiche senza cadere nell’assistenzialismo a vita; ad esempio per i tanti senzatetto stiamo pensando a realizzare un dormitorio per garantire un’assistenza di emergenza in attesa che gli stessi trovino una sistemazione. Stesso discorso per i lavori sociali che dovranno essere a termine al fine di far acquisire delle competenze necessarie per vivere. Abbiamo inoltre approvato un regolamento per la redistribuzione dell’onere fiscale tutelando le fasce più deboli, le famiglie più numerose e premiare chi decide di investire nel centro storico”.

Qual è il progetto per l’informatizzazione?
“Limitare al minimo l’uso del cartaceo, migliorare il sito web realizzando anche una cartina turistica partecipata con le recensioni dei nisseni e la possibilità del cittadino di accedere on line ai servizi offerti dall’ente”.

Come vorrebbe la sua città alla fine del mandato?
“Vorrei che Caltanissetta fosse una città che si normalizzi nel concetto della modernità, una città vivibile e fruibile con le nuove tecnologie, dove i cittadini collaborino per migliorare i servizi”.
 


Curriculum Giovanni Ruvolo
 
Giovanni Ruvolo, 48 anni, laureato in biologia ed in biotecnologie è responsabile scientifico del Centro di Biologia della Riproduzione di Palermo, oltre che docente all’Università degli Studi di Catania. Ha svolto attività di ricerca presso prestigiose università internazionali ed europee. Nel 2012 è stato insignito del premio internazionale “Grant for Fertility Innovation”.
è stato tra i fondatori di ICS, con il quale si è presentato come candidato a sindaco nelle precedenti amministrative. è stato eletto sindaco di Caltanissetta al ballottaggio dello scorso 9 giugno.

Articolo pubblicato il 12 luglio 2014 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus
Giovanni Ruvolo, sindaco di Caltanissetta
Giovanni Ruvolo, sindaco di Caltanissetta