Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Dall’assistenza al trasporto animali, tutte le istruzioni per viaggiare in Ue
di Andrea Carlino

Non dimenticare la Tessera europea di assicurazione per usufruire delle cure

Tags: Vacanza, Turismo, Viaggio



CATANIA - Con l'arrivo dell'estate è tempo di vacanze e di viaggi. La Ue ha realizzato una preziosa guida che  consente di prevenire i problemi e conoscere le iniziative Ue per assistere chi è in viaggio (animali compresi). Ad esempio un cittadino di uno Stato membro dell’Ue è automaticamente cittadino della Ue e ha quindi diritto all’assistenza consolare quando si trova fuori dal territorio dell’Unione (anche se il suo paese non vi è rappresentato). È possibile rivolgersi al consolato o all’ambasciata di un qualsiasi altro Stato membro della Ue in caso, ad esempio, di arresto, di incidente grave o di smarrimento di documenti importanti. 

Durante le vacanze possono nascere problemi con la compagnia aerea, l’autonoleggio o l’operatore turistico: a chi rivolgersi se un passaggio aereo, in treno, in bus o in nave subisce un ritardo o viene annullato? Grazie alle norme Ue sui diritti dei passeggeri, se il volo o il viaggio subiscono un ritardo di un certo numero di ore, è lecito attendersi un equo risarcimento dalla compagnia di trasporto che li ha organizzati.

L’Ue fa risparmiare chi viaggia imponendo anche ulteriori ribassi tariffari: il ribasso maggiore è quello sulle tariffe per i dati in roaming che scende da 45 cent per MB a 20 cent per MB. Dall’1 luglio 2014, alcuni operatori di telefonia mobile in Europa consentono agli abbonati di scegliere prima del viaggio un contratto di roaming separato e, se esiste, un fornitore locale di servizi mobili di dati in roaming nel paese che si intende visitare. Inoltre chi si sposta  all’interno della Ue può portare con sé senza problemi un animale da compagnia, rispettando che cani, gatti o furetti vanno vaccinati contro la rabbia; la vaccinazione va trascritta sul passaporto dell’animale da compagnia. Se l' animale da compagnia di chi si rechi in Irlanda, Finlandia, Malta o nel Regno Unito va sottoposto anche a un trattamento antiparassitario.
 
Infine per coloro che si ammalino o subiscano un infortunio mentre viaggiano all’interno di un paese UE o in Islanda, in Liechtenstein, in Norvegia o in Svizzera, hanno diritto a cure di emergenza. A tal fine, occorre portare con sé la Tessera europea di assicurazione malattia, facendo in modo che le cure sanitarie saranno prestate alle stesse condizioni e allo stesso costo delle persone assicurate nel Paese di destinazione. Non dimenticare pertanto di chiedere al competente servizio sanitario nazionale il rilascio, a titolo gratuito, di tale tessera.

Articolo pubblicato il 16 luglio 2014 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus