Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Troppe domande, il portale del Piano giovani va in tilt
di Redazione

Nel click day va in sovraccarico il sito che consente a aziende e giovani disoccupati di incrociare domande e offerta per 800 tirocini retribuiti da 500 euro

Tags: Formazione Professionale, Piano Giovani, Sicilia, Click Day, Sistema, Sovraccarico, Domande, Tirocinio



In Sicilia nel giorno del click day, il portale del Piano Giovani in Sicilia il sistema, che consente a aziende e giovani disoccupati di incrociare domanda e offerta, è andato in sovraccarico e non tutti gli utenti sono riusciti a collegarsi al sito. La corsa ad altri 800 tirocini retribuiti da 500 euro per sei mesi è scattata alle 10, ma a causa di problemi tecnici l'assessorato sta valutando la possibilità di aprire una nuova finestra già la prossima settimana per consentire a disoccupati e imprese la possibilità di incrociare candidature e offerte di tirocinio.
 
"La società che gestisce il sito ci ha confermato che ci sono stati dei problemi di natura tecnica per il sovraccarico di utenti connessi, che sono stati circa 95 mila - dice Alessandro Balsamo, segretario particolare dell'assessore regionale alla Formazione, Nelli Scilabra - L'assessore ha già dato disposizioni per verificare cosa è avvenuto. Alle 11 e 14 ci sono stati gli 800 incroci previsti con la apertura della seconda finestra del piano Giovani, che consente a aziende e aspiranti tirocinanti di incontrarsi in rete. Stiamo valutando l'ipotesi di anticipare l'apertura di un ulteriore finestra entro la prossima settimana per dare la possibilità a quanti hanno avuto problemi di connessione di poter accedere senza problema al sistema".
 
 
"L'ennesima presa in giro per i giovani siciliani si chiama click day, il progetto finanziato dalla Regione che prevede l'assegnazione di tirocini formativi con criteri poco trasparenti e per certo non meritocratici. Oggi, la seconda chiamata online, ha visto addirittura andare in tilt il portale, con migliaia di candidati che non hanno avuto la possibilità di accedere, dopo avere provato ore nell'intento di collegarsi", dice Vincenzo Figuccia, vicecapogruppo di Forza Italia all'Ars.

Articolo pubblicato il 05 agosto 2014 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐