Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Senato: primo tassello per la riforma della Pa
di Redazione

Il Dl ora torna alla Camera e dovrà essere varato entro il 24 agosto

Tags: Senato, Riforma, Matteo Renzi



ROMA - Via libera in Senato al decreto legge della Pa che è stato modificato dalla commissione Affari costituzionali del Senato. “Il dl è solo il primo tassello” ma “il cuore vero della riforma della pubblica amministrazione, il ribaltamento vero nel rapporto tra cittadino e pubblica amministrazione è il disegno di legge delega, calendarizzato qui in Senato”, ha commentato il ministro della Pa, Marianna Madia.

Con il voto, il Senato ha confermato la fiducia al Governo con 160 favorevoli, 106 contrari e nessun astenuto. Dal testo finale è uscita la cosidetta quota 96 che sbloccava 4.000 pensionamenti. Il disegno di legge delega, ovvero il cuore secondo le parole del ministro, che dovrebbe cominciare a essere trattata dopo la pausa estiva, “segna il cambio di paradigma: non deve essere il cittadino piegato ai tempi, a volte farraginosi della Pa, ma il servizio che riceve dalla Pa deve essere un diritto e non più una complicazione”. Già il decreto legge, dice Madia, rappresenta “il segno di un cambiamento veloce, con l'obiettivo di uscire dalla rappresentazione decadente, che oggi travolge la nostra Pa”. Su quota 96, spiega, che non c’è stata “nessuna marcia indietro del Governo”. La cancellazione della norma dal dl Pa ha “diverse ragioni”. L'introduzione della misura che sbloccava quattromila pensionamenti nella scuola è avvenuta alla Camera, frutto, spiega Madia, della “normalissima dialettica parlamentare, democratica”, su cui poi si sono concentrati i “i rilievi del Mef”.

Il decreto ora è pronto per tornare alla Camera. Il provvedimento che scade il 24 agosto dovrà essere convertito in legge prima della pausa estiva.

Tra i contenuti, pensioni per i manageri, trattamenti di servizio di magistrati e militari, parametri del turn over, aspettativa per i magistrati, dirigenti di Bankitalia e dell'Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni, tariffe delle segreterie delle Camere di Commercio, mobilità obbligatoria per gli statali, compensi dei membri del Cda delle società partecipate, che forniscono prestazioni alla Pa, commissariamento delle società appaltatrici dei lavori, coinvolte nelle inchieste per corruzione, assunzione di 1.030 vigili del fuoco, unità per l’Expo 2015, sezioni distaccate dei Tar, componenti delle Authority, patentino per diventare professori universitari.

Articolo pubblicato il 06 agosto 2014 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus