Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Modica, la storia infinita del parcheggio di viale Medaglie d’oro
di Marcello Medica

Anni di appelli rimasti senza risposte. La struttura potrebbe risolvere la carenza di posti auto in centro. Di recente i tentativi di ripristinarla

Tags: Modica, Parcheggio



MODICA (RG) – La Città della Contea abbonda di opere incompiute, abbandonate e inutilizzate. Una di queste, che potrebbe dare respiro alla penuria di parcheggi in città, riguarda la struttura multipiano di viale Medaglie D’Oro, capace di ospitare diverse centinaia di auto e la cui costruzione risale agli anni Ottanta (per un investimento di 2,3 miliardi delle vecchie lire). A oggi, però, resta ancora inutilizzata e abbandonata al proprio destino.

I problemi legati alla viabilità, alla mancanza di parcheggi e all’elevato smog nella Città della Contea, in particolare nel centro storico, sono ben noti a tutti, ma purtroppo sono rimasti irrisolti negli anni, nonostante i buoni propositi nei programmi di ogni amministrazione comunale che si è succeduta, i molteplici interventi di esponenti politici a tutti i livelli e le incessanti lamentele e denunce di associazioni, comitati e semplici cittadini.

La precedente amministrazione comunale, guidata dal sindaco, Antonello Buscema, nel novembre del 2009, annunciò di voler puntare sul megaparcheggio di viale Medaglie D’Oro per sopperire alla carenza di posti auto nel centro storico. A suo tempo vennero anche effettuati dei sopralluoghi nell’impianto, insieme a una società privata che avrebbe dovuto gestire la struttura, garantendo i collegamenti viari tramite bus navetta. A distanza di ben quattro anni e mezzo, di questo progetto non si è saputo più nulla e la struttura continua a rimanere chiusa e abbandonata, mentre i cittadini impazziscono in giro per le vie della città per scovare un posto dove poter posteggiare l’automobile. C’è da dire, inoltre, che la struttura non è mai stata collaudata, poiché necessita di ulteriori lavori per renderla fruibile a norma di legge.

Fu l’amministrazione comunale a guida del sindaco Piero Torchi, ad affidare i lavori di adeguamento a una cooperativa che realizzò i dovuti interventi ai fini della sicurezza, ma essendo passato circa un decennio la struttura, ancora chiusa, verte ormai in uno stato di totale abbandono e degrado, preda di vandali e incivili che la utilizzano, tra l’altro, come discarica per disfarsi di ogni genere di rifiuto. È sufficiente accostarsi alla recinzione per accorgersi dell’enorme quantità d’immondizia che giace lì, abbandonati da anni, costituendo anche un problema per la salute pubblica.

Serve, insomma, una soluzione urgente, anche per evitare danni all’immagine della città. Spesso, infatti, nelle adiacenze della struttura parcheggiano i camper dei turisti i quali possono tranquillamente ammirare con stupore una delle tante nefandezze ancora presenti in una delle più famose città del Val di Noto, tra l’altro anche patrimonio Unesco.

Come detto, nel corso degli anni, sono stati numerosi gli interventi di consiglieri comunali, provinciali e rappresentanti di comitati di cittadini che hanno chiesto e chiedono ancora oggi a gran voce alle istituzioni competenti un maggior interesse per risolvere i problemi legati alla viabilità e alla mancanza di parcheggi nel centro storico, con particolare riferimento alla mancata attivazione del parcheggio di viale Medaglie D’Oro. Tra questi, per esempio, l’ex consigliere comunale Michele D’Urso, il quale nei suoi interventi evidenziò, con riferimento al centro storico, le gravi carenze nell’operato della Giunta Buscema in materia di programmazione della manutenzione e della viabilità. In particolare, il consigliere D’Urso rilevò il disinteresse dell’amministrazione comunale per il parcheggio multipiano di viale Medaglie D’Oro, “opera pubblica abbandonata e trasformata in ricettacolo di sporcizia e di disperati”.

A intervenire anche l’allora consigliere provinciale, Marco Nanì, il quale, dopo una serie di sollecitazioni avviate nei confronti dell’amministrazione comunale del tempo, iniziate con la richiesta di bonificare il parcheggio e di potenziare la scarsa e carente illuminazione, lanciò anche una raccolta di firme per invitare l’amministrazione comunale a prendere in esame la riqualificazione dell’intera area.

Altri interventi di rappresentanti di comitati di cittadini evidenziano, ancora oggi, il paradosso tra la mancanza di parcheggi nel centro storico e il mancato utilizzo della struttura di viale Medaglie D’Oro, oltre che il suo abbandono e la triste condizione in cui versa a causa dell’inciviltà di alcuni cittadini e dell’incuria degli amministratori che nel tempo si sono succeduti.
Anche questa amministrazione comunale, a guida del sindaco, Ignazio Abbate, a distanza di un anno dal suo insediamento, sembra aver fatto ben poco per il miglioramento della viabilità nella Città della Contea e per il recupero dell’importante struttura a servizio dei cittadini.
 

 
La proprietà torna al Comune ora un bando per la gestione
 
MODICA (RG) – Sulla problematica concernente il mancato utilizzo del parcheggio multipiano di viale Medaglie D’Oro e sui conseguenti disagi per la carenza di parcheggi nel centro storico della Città della Contea, proprio nei giorni scorsi, è stato firmato l’atto di restituzione della struttura con la cooperativa Juvenes di Scicli, che la deteneva da diversi anni.
L’assessore comunale alla Viabilità, Salvatore Pietro Lorefice, ha firmato tutti i documenti del caso e di conseguenza la struttura è stata nuovamente posta nella disponibilità del Comune. A breve dovrebbe essere sottoposta a manutenzione ai fini della messa in sicurezza per poterla attivare.
E proprio nell’ottica del recupero dell’edificio e della sua restituzione ai cittadini, il posteggio a raso è già stato rimesso in funzione. In tal modo sono stati resi disponibili novanta posti auto occupabili senza alcun costo. E dall’Ente fanno sapere che è già in itinere un bando di gara per la gestione di tutti i piani del parcheggio nonché delle strisce blu. Esso prevederà il collegamento con bus navetta sino a piazza Corrado Rizzone.
“Dopo otto anni – ha dichiarato l’assessore Loreficie - riattiviamo il parcheggio a raso cogliendo due possibilità: posteggiare a costo zero e decongestionare il traffico dal centro città”.
“È evidente - ha concluso il rappresentante della Giunta comunale - che inizieranno controlli più serrati sui posteggi e sulla viabilità in centro storico atteso che ci sono maggiori occasioni di posteggio”.

Articolo pubblicato il 06 agosto 2014 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus
Il parcheggio multipiano di viale Medaglie D
Il parcheggio multipiano di viale Medaglie D'Oro
I segni evidenti degli atti vandalici
I segni evidenti degli atti vandalici
Il degrado e l'abbandono nel piano inferiore
Il degrado e l'abbandono nel piano inferiore
L'enorme spazio nel pianoterra
L'enorme spazio nel pianoterra
L'enorme capienza del piano inferiore
L'enorme capienza del piano inferiore
Una parte del posteggio a raso
Una parte del posteggio a raso
Scritte ovunque a testimoniare l'abbandono
Scritte ovunque a testimoniare l'abbandono
L'ingresso al piano inferiore sbarrato
L'ingresso al piano inferiore sbarrato