Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia  su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Scandalo Piano Giovani “L’assessore si dimetta”
di Raffaella Pessina

Richiesta di Forza Italia: da Falcone e Figuccia e dall’europarlamentare Pogliese. Inaccettabile dichiarazione della Scilabra: “Non ero informata”

Tags: Piano Giovani, Nelli Scilabra, Tirocini Formativi, Forza Italia



PALERMO - Nella 16ma legislatura siciliana non sembra esservi una buona produzione legislativa: ogni volta che una legge (soprattutto di carattere finanziario) è stata approvata prima dalla giunta e poi in Parlamento, è intervenuto il Commissario dello Stato impugnando questo o quell’articolo per violazione della Costituzione o  per contrasto con lo Statuto regionale. E così è avvenuto per il ddl n. 69 del 29-12-2012  “Disposizioni programmatiche e correttive per l'anno 2013. Legge di stabilità regionale”, per il 724 del 19-03-2014: Variazioni al bilancio di previsione per l'esercizio finanziario 2014 e alla legge 'Disposizioni programmatiche e correttive per l'anno 2014 - Legge di stabilità regionale, per il  782 del 20-06-2014  sull’assestamento del bilancio della Regione per l'anno finanziario 2014. Variazioni al bilancio di previsione della Regione per l'esercizio finanziario 2014 e modifiche alla legge regionale 28 gennaio 2014, n. 5 'Disposizioni programmatiche e correttive per l'anno 2014. Legge di stabilità regionale' e addirittura su un ddl creato per la riscrittura di un articolo già impugnato (5791 del 13-11-2013: Disposizioni finanziarie urgenti per l'anno 2013 ). Se nelle precedenti legislature si lamentava una scarsa produzione di norme, oggi la situazione è degenerata.

I veleni e le polemiche che hanno circondato da sempre il Governo Crocetta , soprattutto all’interno del partito di appartenenza del Presidente gelese,  il Pd, non hanno certo aiutato l’attuazione del programma di riforme presentato dal Governatore in Aula nel lontano dicembre 2012. Tra i punti vi era quello che prevedeva una riforma del settore della formazione professionale, proprio in questi giorni al centro di una feroce polemica. Per questo, il capogruppo e il vicecapogruppo di Forza Italia all'Ars, Marco Falcone e Vincenzo Figuccia, hanno annunciato la presentazione di una mozione di sfiducia nei confronti dell'assessore regionale alla Formazione Nelli Scilabra, “per la manifesta incompetenza nella gestione delle materie attinenti alla formazione professionale, e per la conduzione scellerata del piano giovani regionale, vera e propria beffa ai danni di migliaia di siciliani”. L’atteggiamento dell’assessore al ramo Nelli Scilabra è stato definito inaccettabile perché  “ha sostenuto di non essere stata informata dell'ulteriore avviso sui tirocini. Dimostreremo – proseguono Falcone e Figuccia -  carte alla mano, che ciò non corrisponde al vero, in quanto Scilabra e il ministero del Welfare erano stati messi perfettamente a conoscenza. L'assessore deve irrimediabilmente lasciare e Crocetta ha il dovere di scusarsi pubblicamente e porre rimedio”. 

Salvo Pogliese, prima deputato regionale di Forza Italia ora parlamentare europeo, commenta la débâcle del Piano giovani varato dal Governo Crocetta. "Ci sarebbe quasi da ridere - prosegue l'europarlamentare - leggendo le dichiarazioni degli assessori Scilabra e Russo, che candidamente confessano di non sapere nulla del nuovo mega-avviso pubblicato dal dirigente generale di entrambi gli assessorati, Anna Rosa Corsello, se la questione non fosse fin troppo tragica investendo il grave problema della disoccupazione giovanile in Sicilia che ormai tocca la soglia record del 60%".

Articolo pubblicato il 20 agosto 2014 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus