Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Crocetta: "Stage per gli 800 del click day del 14 luglio"
di Raffaella Pessina

Il presidente della Regione ieri ha tenuto una conferenza stampa. Mentre il nuovo bando del 18 agosto sarebbe viziato

Tags: Click Day, Crocetta, Piano Giovani, Nelli Scilabra, Anna Rosa Corsello, Stage



PALERMO - Il giorno dopo l’audizione in commissione Lavoro dell’Ars sul Piano giovani, il presidente Crocetta ha voluto fare il punto della situazione affidando i propri commenti e decisioni ai media convocati a Palazzo D’Orleans. La conferenza stampa è stata l’occasione per liquidare con una semplice battuta la richiesta di rimpasto avanzata dall’ex ministro Totò Cardinale, leader del Pdr.
 
“Se Cardinale chiede un vertice per un governo politico, lo faremo con un click day - ha detto Crocetta - Faremo un bando online e poi vedremo. Esistono altri mezzi per parlare, anche il telefono”. E aggiunge: “Se qualcuno dell’opposizione pensa di utilizzare questo episodio come ritorno al passato - prosegue - è fuori strada. La prima verifica va fatta sul progetto politico di riforme, poi l’opposizione faccia quello che ritiene più opportuno”. E poi sull’ipotesi di una mozione di sfiducia nei confronti dell’assessore alla Formazione Nelli Scilabra ha aggiunto di non temere nulla e di essere convinto di aver tolto un pò di malaffare. “Il vertice di maggioranza sul click day mi fa ridere. – ha proseguito Crocetta - Questa vicenda non influirà sulla stabilità del governo”. Il governatore ha informato che aveva già stabilito un vertice di maggioranza da farsi ai primi del mese di settembre.
 
Sulla sostituzione del dirigente generale Anna Rosa Corsello Crocetta ha detto che avverrà prestissimo e la decisione sarà presa nella prossima Giunta. Saranno due i dirigenti che la sostituiranno: uno per  il Dipartimento regionale alla Formazione e l’altro per quello al Lavoro, strutture di due diversi assessorati e che la Corsello ricopriva ad interim. Nonostante l’ex dirigente in commissione Lavoro abbia affermato di aver presentato richiesta di risoluzione del proprio contratto l’8 agosto, Crocetta ha tenuto a sottolineare che nella prossima giunta sarà costretto a risolvere il suo contratto.
 
“Non è possibile – ha detto -  che un dirigente si metta a lanciare attacchi di natura politica. Al suo posto abbiamo già in mente qualche nome nuovo ma per il momento non ne voglio parlare”. Ed ha specificato: “Ho tenuto a secretare le dimissioni della Corsello perché con lei non ho mai avuto difficoltà ma se davvero sua figlia è stata assunta da una società vicina alla Ett si rischierebbe il licenziamento. Se ci dovesse essere una incompatibilità oggettiva, saranno prese le dovute contromisure ma dobbiamo verificare. Peraltro anche su questa vicenda la Procura sta indagando”. “Il nuovo bando pubblicato dalla Corsello il 18 agosto scorso ha dei vizi - ha aggiunto Crocetta - ha sottratto automaticamente le risorse delle altre selezioni producendo di fatto il rischio di un debito fuori bilancio. Questi soldi non potevano essere destinati perchè l’ultima selezione, nonostante il flop, ha già prodotto degli effetti. Non si può non tener conto dei futuri danni erariali”.
 
Infine Crocetta ha spiegato che in merito al piano giovani coloro che hanno avuto la notifica della preassegnazione potranno svolgere il tirocinio (circa 800 e si tratta di coloro che hanno potuto accedere al click day dello scorso 14 luglio). Per gli altri 800, quelli che avevano ricevuto un documento di pre assegnazione (tramite il sito) si va verso l’annullamento della procedura. “Credo che non ci sia motivo di annullare il click day del 14 luglio - ha detto il presidente della Regione - probabilmente si dovrà, invece, ripetere la procedura del 5 agosto. Potrebbe essere un nuovo click day oppure una procedura diversa”. E specifica che la Giunta non può revocare la procedura perché sarebbe abuso di potere e dovrà essere il dirigente generale a decidere in tal senso.

Articolo pubblicato il 28 agosto 2014 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐