Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia è su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Noleggio auto, occhio alle trappole nei contratti e per lÂ’assicurazione
di Michele Giuliano

Il vademecum dell’Unione nazionale consumatori: le dritte per evitare di pagare costi non preventivati. Gli extra costano molto: è consigliabile portarsi un navigatore da casa

Tags: Noleggio Auto, Unione Nazionale Consumatori, Vademecum, Contratti



PALERMO - L’Unione Nazionale Consumatori ha messo a punto, sul proprio sito, uno speciale sul noleggio dell’automobile: “E’ soprattutto in vacanza che i consumatori decidono di noleggiare un’auto per spostarsi. Per questo motivo abbiamo pensato di realizzare un’utile guida divisa in tre parti dedicate: la prima alla prenotazione e alla relazione contrattuale, la seconda alle fasi di ritiro, utilizzo e riconsegna dell’auto e infine la terza su come evitare brutte sorprese al rientro” spiega Raffaele Caracciolo, esperto di automotive dell’associazione.

“Districarsi nel settore non è facile - prosegue l’esperto - anche perché le offerte sul mercato sono molteplici e risparmiare, prenotando con un certo anticipo, è possibile; si può scegliere tra piccole organizzazioni locali di autonoleggio oppure le grandi catene con prenotazione centralizzata, ideali se l’auto serve come proseguimento del viaggio in aereo o in treno, ma in generale è bene confrontare le tariffe su Internet e scegliere un’auto conforme alle proprie esigenze: ricordate che le auto più piccole e di minore cilindrata costano e consumano di meno”. Se servono seggiolini, catene, navigatore o altri optional l’Unc consiglia di valutare se portarli da casa perché noleggiarli con l’auto comporta un aumento del prezzo non indifferente; non bisogna invece risparmiare sull’assicurazione che vi tutelerà in caso di problemi: la vettura è coperta da assicurazione Rca e Kasko, ma siete responsabili per eventuali danni che eccedono la franchigia della polizza Kasko. In fase di prenotazione sarà richiesto all’utente se accettare un supplemento alla tariffa giornaliera per cancellare la franchigia, che l’Unc raccomanda di accettare a scanso di difficili discussioni al rientro. Potrebbe esserci anche una tariffa giornaliera per l’assicurazione del conducente, in caso di danni fisici nel corso del noleggio: c’è da valutare per bene se le coperture che già si hanno e il costo che viene proposto perché di solito è abbastanza vantaggioso.

“Un altro consiglio generico riguarda la riconsegna – aggiunge ancora l’esperto -: meglio organizzarsi per tempo e restituire il veicolo durante le ore di apertura del punto di noleggio, controllando con l’addetto lo stato dell’auto per evitare poi brutte sorprese nei giorni successivi. Ricordate, infine, di fare il pieno di carburante: la penale in caso contrario può essere davvero molto salata”. Inoltre c’è da dire che è molto importante leggere attentamente l’accordo standard di noleggio auto stipulato con la società di autonoleggio. Bisogna assicurarsi di avere ben compreso il contenuto dell’accordo. In tal modo si potranno evitare spiacevoli conseguenze successive. Nella ricerca della migliore offerta su Internet occorre ricordare che i prezzi generalmente esposti includono spesso il solo “pacchetto-base”. Risulta quindi importante capire cosa è incluso e cosa non è incluso nel prezzo dell’autonoleggio. Ricordarsi, ad esempio, di verificare le condizioni riguardanti il carburante, ed essere consapevoli che se si guiderà l’auto a noleggio oltre confine, la società deve esserne preventivamente informata.
 

 
Il maggior numero di contenziosi con società di autonoleggio è in Italia
 
Secondo la rivista “Consumer Europe”, la maggior parte delle lamentele e delle liti con società di autonoleggio sorgono proprio in Italia. Se si va in vacanza utilizzando un’auto a noleggio nel territorio italiano vi sono quindi buoni motivi per leggere con attenzione l’accordo di noleggio auto. I reclami riguardano perlopiù richieste avanzate dalla società dopo il termine del periodo di noleggio e si tratta di liti circa danni che si sarebbero verificati nei confronti del veicolo. Quando si noleggia un’auto sono di norma incluse nella tariffa l’assicurazione verso terzi, quella onnicomprensiva e quella contro i furti. Può invece risultare molto dispendiosa quella per danni all’autoveicolo. Quando si ritira l’auto a noleggio, la società offre coperture assicurative aggiuntive che riducono o coprono il caso di danni all’autoveicolo. Siate prudenti nel rispondere “si, per favore” a tali offerte poiché il costo di tali coperture è sovente molto elevato. Evitare poi i trucchi dei venditori. L’agente percepisce un salario parzialmente basato su commissioni e ha voglia di vendere il più possibile.

Articolo pubblicato il 30 agosto 2014 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus