Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Caltanissetta - Rifiuti, discariche da ampliare
di Liliana Blanco

Emanuele Gallo, segreatario Cisl: “Per un servizio efficiente si passi velocemente alla fase progettuale”. Provvedimento necessario in attesa che la differenziata raggiunga il 100%

Tags: Caltanissetta



Caltanissetta - La spinosa questione del conferimento dei rifiuti è stata affrontata con la decisione di ampliare le discariche pubbliche, in attesa del raggiungimento del 100% sulla differenziata. è avvenuto nel sud della provincia con il progetto relativo alla discarica di contrada Timpazzo e adesso il commissario della Srr “provincia nord”, Enrico Vella, ha avviato l’iter per l’ampliamento della discarica pubblica di contrada Martino, a Serradifalco, nell’ambito di un progetto innovativo di raccolta e conferimento dei rifiuti.

“Giusta la strada intrapresa ma adesso bisogna insistere presso la Regione siciliana, affinchè siano ridotti i tempi, oggi troppo lunghi, tra la fase dell’istanza e l’autorizzazione”. Lo afferma in una nota il segretario generale della Cisl (Agrigento, Caltanissetta, Enna), Emanuele Gallo. “è necessario che si passi velocemente alla fase progettuale, se si vuole avviare un servizio rifiuti efficiente che non pesi sulle tasche dei cittadini. L’impiantistica adeguata rappresenta una delle possibilità per diminuire la Tari e creare posti di lavoro, insieme alla raccolta differenziata”.

La Cisl, mesi fa, aveva posto sul tavolo il tema dell’impiantistica in relazione al servizio rifiuti. “Impianti moderni, eco compatibili, correttamente dimensionati e tecnologicamente avanzati per il compostaggio, pretrattamento, biogas, trattamento a caldo, consentono di comprimere al minimo indispensabile il conferimento del rifiuto tal quale”, spiega Gallo.

“La Cisl si esprime per una raccolta differenziata spinta, porta a porta – spiega il segretario Gallo - siamo anche consapevoli, però, della necessità di un processo graduale di dismissione delle discariche, che deve essere accompagnato da progetti di trasformazione delle stesse, affiancandole sul posto con impianti complementari moderni”.

L’ampliamento della discarica di contrada Martino a Serradifalco, è in tal senso un’opportunità per i Comuni del territorio, di sganciarsi dalla sudditanza da discariche fuori provincia, ma è anche un doppio banco di prova. “Innanzitutto bisogna guardare ai fondi della programmazione europea per progettare e avviare i lavori, di concerto con il dipartimento acque e rifiuti della Regione siciliana, che va coinvolto e sollecitato. In secondo luogo, consolidare un proficuo dialogo tra istituzioni a vari livelli e forze sociali”. “L’assemblea dei sindaci e il Cda della Srr, trovino gli strumenti operativi insieme al commissario della Srr ‘provincia nord’, Enrico Vella, soggetto preposto a far giungere le istanze e i progetti al tavolo della Regione siciliana e dell’assessorato all’Energia”, conclude il segretario Cisl.

Articolo pubblicato il 04 settembre 2014 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus