Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Chicche di fine estate: last minute in cerca di relax e paesaggi da favola
di Nicoletta Fontana

Il Parco naturale del Delta del Po in sella ad un cavallo, Porto Tolle  e le colline di Castagneto tra ulivi e pini marittimi



Non è ancora autunno ma,  la grande massa di vacanzieri è tornata in città e cosi arriva l’occasione di poter godere di weekend rilassanti all’insegna dello sport e del relax.
Nel Parco Naturale del Delta del Po, dove il fiume incontra il mare potremmo galoppare lungo argini, spiagge, dune e valli che ci lasceranno senza fiato.

L’ora del tramonto è il momento ideale per mettersi in sella ad uno dei cavalli argentini del Barricata Ranch; l’atmosfera lungo la spiaggia è magica.  L’infrangersi del rumore del mare sulla riva e il sole che tramonta regalerà forti emozioni.
Per gli amanti del trekking la destinazione è Porto Tolle in cui si potrà ammirare una delle più ricche biodiversità in Italia.  Lo stretto contatto con la natura lo avremo attraversando la campagna in cui è possibile incontrare fenicotteri e cigni per un percorso che ci porterà fino al mare.   Durante la luna piena, accompagnati da una esperta guida si potrà  fare lo stesso percorso in notturna.

Affittando una bicicletta o a piedi lungo i percorsi  tracciati per circa 70 Km, meta da non perdere  è la Sacca di Scardovari, zona famosa per l’allevamento  delle cozze delle vongole. In questa grande laguna del Delta, tra canneti, paludi e campi di riso si incontrano rapaci, gabbiani, sterne, passeriformi, ibis, gru e anitre.

Intorno alla laguna, una serie di palafitte con le barchette ormeggiate ai loro pali rendono molto romantico tutto il percorso.

CASTAGNETO CARDUCCI E BOLGHERI

Siamo  nella Maremma Toscana a Castagneto Carducci, patria dei  conti Della Gherardesca e del  re dei vini, il Sassicaia. Un  luogo magico e ricco di storia, avvolto da una natura spettacolare. Dalle colline di Castagneto, circondate da ulivi, pini marittimi e macchia mediterranea riusciamo a scorgere un sole rosso fuoco che al tramonto  viene inghiottito dal mare. In mente ci ritornano le strofe del Carducci della poesia “San Martino”, che meglio di chiunque altro descrive questo luoghi. Il Castello dei Conti domina il magico borgo,  un paesino fatto di piccoli vicoli  in cui  la vita di paese sembra non essere contaminata dai numerosi turisti che vengono a visitarlo.  Pochi passi e ci troviamo davanti alla Chiesa del S.S. Crocifisso  che custodisce un  Crocifisso ligneo di epoca quattrocentesca, oggetto di attuale culto locale. Un salto è d’obbligo al Museo Carducciano che propone i principali momenti letterari del poeta, come le visite della Chiesa della Madonna del Carmine e all’Archivio storico che contiene il patrimonio documentato del Comune. In pochi minuti di auto percorrendo il “Viale dei Cipressi”, già considerato monumento nazionale raggiungiamo Bolgheri. Il  piccolo borgo, anche se ricostruito più volte, riesce a mantenere intatto il suo il fascino originario. Le vecchie stradine pullulano di negozietti,  dove si trovano enoteche in cui si potranno  acquistare i migliori vini che la zona produce, localini in cui mangiare all’aria  aperta godendo del panorama sulla piazzetta o della valle. Bolgheri è anche famosa per il Rifugio Faunistico, una palude di 500 ettari in cui si potranno ammirare numerose specie della fauna locale. Sono regolarmente presenti il falco pellegrino, l’oca selvatica, la volpoca, la gru, il tarabuso, il gufo comune, ma anche caprioli tassi scoiattoli e marmore.

Il Rifugio Faunistico di Bolgheri è visitabile dal 1 novembre al 30 Aprile dell'anno successivo, esclusivamente previa prenotazione presso la sede del WWF Val di Cornia - sez. di Piombino - tel. 334 7584832. Il periodo di chiusura va dal 1 maggio al 31 ottobre.

Ma è ancora tempo di mare e il vicinissimo litorale ci offre una vasta scelta di soluzioni per godere degli ultimi bagni settembrini.
A Marina di Castagneto, località famosa per i ritrovamenti Etruschi, la spiaggia è sabbiosa e offre numerosi stabilimenti balneari attrezzati. I più spartani opteranno per i chilometri di spiaggia libera che comunque è ben tenuta e sempre pulita, in cui sono presenti numerosi chioschetti lungo tutta la zona che vendono bevande e panini per i pic-nic da consumarsi in riva al mare.

Per chi ama ripararsi del fresco della pineta sicuramente andrà al Seggio. La pineta si trova alle spalle della spiaggia ben tenuta dove c’è anche la possibilità di portare il proprio cane.

La Maremma come ben sappiamo è  patria di una eccellente cucina e mai potremo lasciare questo luogo senza aver apprezzato le specialità locali  e principalmente quelle create dallo chef Luciano Zazzeri del ristorante la Pineta.
 


HOTEL
- Barricata Village
www.villaggiobarricata.com

- Grand Hotel Il Tombolo
www.tombolotalasso.it
Magnifico hotel dotato di centro benessere e Golf

Restaurant
- Ristorante la Pineta
www.lapinetadizazzeri.it

Articolo pubblicato il 06 settembre 2014 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐