Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twittergoogle qds rss qds
Quotidiano di Sicilia
Discariche abusive, persi 11 anni
di Rosario Battiato

Pm della Corte Giustizia Ue: condannate l’Italia a pagare 60 mln più 158mila € per ogni giorno di ritardo sulla sentenza. In Sicilia 24 siti. Le bozze dell’Apq inviate dal ministero soltanto nei giorni scorsi

Tags: Regione Siciliana, Rifiuti, Rsu, Discarica



PALERMO - La Sicilia è in gioco. E questa volta potrebbe non esserci alcuna rivincita. La capacità di abbancamento delle discariche si riduce e non si intravedono alternative concrete e praticabili a un sistema che continua a smaltire senza riciclo e valorizzazione energetica circa il 90% di quello che produce.
Le soluzioni possono essere due: dare corpo a un nuovo piano di rifiuti che potenzi la raccolta differenziata e tutte quelle pratiche che sono meccanismi consolidati nell'Ue che funziona, oppure rassegnarsi a diventare una discarica a cielo aperto. Un taglio netto alla gestione illegale degli anni scorsi, che avrebbe determinato anche casi di corruzione all'interno della stessa macchina regionale, e una risoluzione dell'emergenza che ormai permane da oltre un decennio. Nicolò Marino, ex assessore, ci aveva provato, ma la sua azione è stata bloccata da Rosario Crocetta che ha deciso di sostituirlo nell'ultimo rimpasto governativo.

Articolo pubblicato il 16 settembre 2014 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐