Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Siracusa - Quattro progetti per i siti turistici
di Giuseppe Solarino

Il soprintendente dei Beni culturali, Rizzuto: “Migliorare la fruizione della Neapolis è una priorità”. Previsti 13 mln € per riqualificare il Parco archeologico e i musei Orsi e Bellomo

Tags: Siracusa, Turismo, Calogero Rizzuto



SIRACUSA - L’architetto Calogero Rizzuto neo-soprintendente dei Beni culturali a Siracusa, ha preso parte a un incontro al vertice del dipartimento regionale dei Beni culturali alla presenza del dirigente generale della Regione e dei funzionari del ministero dei Beni culturali per trattare dei progetti da realizzare a Siracusa. Il vertice ha trattato dei quattro interventi relativi alla riqualificazione e il miglioramento della fruizione del Parco archeologico della Neapolis e dei musei “Paolo Orsi” e Bellomo.
 
Questo primo incontro di Rizzuto ha fruttato quasi 13 milioni di euro di fondi regionali che serviranno alla realizzazione dei citati progetti di riqualificazione che si articoleranno sugli “attrattori culturali, naturali e turistici”, come previsto dai programmi Poin.

“Non potevamo permetterci di perdere questa occasione - afferma il soprintendente - che non significa soltanto l’avvio di opere nevralgiche per il potenziamento del sito archeologico e dei due musei cittadini ma anche un’opportunità di lavoro in un momento di crisi quanto mai delicato. Quattro i progetti in discussione: il primo riguardava l’operazione di riqualificazione funzionale della Galleria regionale di Palazzo Bellomo, in via Capodieci, per un totale di 977 mila euro. Si tratta di un intervento volto a migliorare la fruizione del museo di Ortigia - dice l’architetto Rizzuto - attraverso sistemi multimediali e nuove informazioni. L’intento è di rendere la Galleria ancora più moderna”.

La stessa tipologia di interventi riguarda anche il museo archeologico “Paolo Orsi” di viale Teocrito dove sono già in corso i primi lavori di restyling e di nuovo allestimento della struttura museale. In questo caso, la somma a disposizione sarà di 2 milioni e 880 mila euro che servirà per proseguire lungo la scia dell’ammodernamento di impianti e vetrine espositive. Ma non solo. L’intervento prevede la sistemazione dei depositi del museo che custodiscono reperti di grande valore provenienti da varie campagne di scavo. L’intervento più importante - prosegue Rizzuto - riguarda invece il Parco archeologico della Neapolis, ed era anche quello più a rischio.
 
Nello specifico, si tratta di due lavori: una prima tranche da 2 milioni e 500 mila euro e un secondo stralcio da 6 milioni e 583 mila euro: somme ingenti che serviranno per migliorare le condizioni di accoglienza e sicurezza della meta per antonomasia dei turisti in provincia. Migliorare la fruizione della Neapolis è dunque per noi una priorità assoluta - dice il soprintendente - e ieri abbiamo risolto alcune piccole criticità di carattere burocratico che ci permetteranno di ottenere i fondi e avviare così i lavori. Si tratta di un traguardo importante per il parco di Neapolis e per il territorio tutto, anche per il ritorno in termini lavorativi che questi interventi avranno. I lavori riguarderanno la sistemazione di nuove passerelle per i visitatori, degli impianti, il potenziamento dell’illuminazione e della sicurezza oltre ad una serie di attività mirate alla valorizzazione funzionale”.
 
Gli interventi inizieranno dopo il bando che verrà pubblicato a settembre e, come da contratto, dovranno concludersi entro agosto 2016.

Articolo pubblicato il 25 settembre 2014 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐