Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Caltanissetta - Vigili del fuoco: tagli e sicurezza
di Nicola Digiugno

Riorganizzazione, digitalizzazione dei servizi e l’immancabile attuazione della spending review. Burgio lascia il Comando provinciale, prende il suo posto Gianfranco Scarciotta

Tags: Caltanissetta, Vigili Del Fuoco, Michele Burgio, Gianfranco Scarciotta



CALTANISSETTA – Passaggio di consegne al vertice del comando provinciale dei vigili del fuoco. Parte Michele Burgio, arriva Gianfranco Scarciotta.  “Ho trascorso diciotto mesi molto gratificanti. Porto con me un bagaglio d’esperienza e umana professionale molto importante. Ho avuto modo di apprezzare il personale del comando di Caltanissetta, sia operativo che amministrativo. Ringrazio anche i lavoratori delle sedi distaccate, il mondo istituzionale, dal prefetto ai sindaci, con i quali sono stati instaurati rapporti di collaborazione proficua. è stato un anno intenso di lavoro e di riorganizzazione del comando, con la digitalizzazione dei servizi anche di natura contabile. Abbiamo affrontato diverse emergenze in città e nella provincia, riuscendo a garantire standard di qualità nei servizi di sicurezza e prevenzione, nonostante i tagli della Pubblica amministrazione, che hanno riguardato anche il nostro settore. Qui si trovano specializzazioni di rilievo, speleo-alpino-fluviali, perché il territorio le richiede, e chimico-industriali per la realtà gelese”.

Burgio, 50 anni, in servizio dal 1990, ha iniziato la carriera da funzionario presso i comandi di Pistoia e Palermo per poi transitare alla Direzione regionale Sicilia. Successivamente è stato trasferito a Roma, a far parte dello staff del Capo dipartimento del Corpo nazionale. Durante la sua ventennale esperienza tecnico-operativa, ha partecipato a grandi calamità, i terremoti in Umbria, Marche, Abruzzo e Emilia Romagna. Dal marzo del 2013 ha diretto il comando di Caltanissetta
Per Gianfranco Scarciotta, della vicina San Cataldo, si tratta di un ritorno alle origini: “Credo nel mio lavoro. Torno fra persone con le quali ho già lavorato per undici anni, un terzo della mia carriera lavorativa. Per l’ingegnere Burgio è tempo di bilanci, per me è quello degli auspici. Credo di poter contare su collaboratori di consolidata esperienza e competenza. Le criticità? Sono comuni a tutti il corpo nazionale. Non possiamo lasciare per un momento il campo. Dobbiamo essere presenti sempre su tutto il territorio, con tutte le nostre risorse”.
 
Durante la sua trentennale esperienza tecnico-operativa, Scarciotta ha ricoperto l’incarico di funzionario tecnico presso i comandi di Siracusa, Enna e Caltanissetta. Successivamente, ha ricoperto l’incarico di vice comandante a Caltanissetta, reggente del comando di Enna, comandante di Ragusa e, più recentemente, di Enna.

Articolo pubblicato il 02 ottobre 2014 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus