Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

"Natura siciliana" una boccata d’ossigeno per le imprese agricole
di Serena Giovanna Grasso

Saverio Continella, direttore generale: “Ci impegniamo a erogare almeno cinquanta milioni di euro all’anno”. Presentato il 3 ottobre ad Acireale il nuovo programma di agevolazioni finanziarie del Credito siciliano

Tags: Alessandra Gentile, Saverio Continella, Pil, Economia, Agricoltura, Vittorio Pellegatta



ACIREALE (CT) – In Sicilia il settore economico più “florido” è quello agricolo. Nonostante l’opinione comune spesso tenda a minimizzare l’apporto di tale settore al tessuto economico, al contrario possiamo affermare come esso per la Sicilia costituisca quasi una sorta di “vantaggio”, determinato dal fatto che la nostra terra possiede tutti i requisiti basilari e necessari al consolidamento e allo sviluppo del comparto.

Giusto per dare contezza del peso del settore agricolo sull’economia rileviamo come 81 mila delle 370 mila imprese siciliane è di tipo agroalimentare, cioè il 21,8%. Come se ciò non fosse già abbastanza, aggiungiamo che un’impresa agricola ogni dieci si trova in Sicilia (10,8%).

Dunque, in un tale contesto deduciamo l’imprescindibile importanza affidata agli istituti di credito nell’incentivare queste presenze. Proprio lo scorso 3 ottobre, è stata presentata la nuova linea di prodotti bancari rivolti alle imprese che operano nel settore agricolo intitolata “Natura siciliana”, presso il centro direzionale del Credito siciliano sito ad Acireale. Ha introdotto Saverio Continella, direttore generale, affermando: “Sul nostro territorio viviamo tanto di agricoltura poiché è un settore capace di offrire lavoro se innovato e modernizzato. Si pensi che Catania è la prima provincia in Sicilia per numero di imprese agricole (14 mila); mentre ad Enna più di tre imprese su 10 sono di tipo agricolo (37%). Per queste ragioni e per quanto è importante per noi operare sul nostro territorio: intendiamo accompagnare le imprese agricole siciliane, ascoltarne le esigenze e aiutarle a consolidare l’innovazione nel tempo, attraverso una saggia programmazione che faciliti anche la loro crescita. Ci impegniamo con i nostri prodotti a erogare almeno 50 milioni di euro l’anno”.

Da non trascurare, inoltre, come agricoltura faccia rima con salute e medicina, esattamente come ha spiegato da Alessandra Gentile, prorettore dell’Università di Catania e ordinario di Arboricoltura generale e coltivazioni arboree: “La base della nostra salute risiede in quel che mangiamo. La nostra terra assicura numarosi prodotti di marchio ed è necessario continuare in questa direzione, invogliando i giovani che già stanno intraprendendo, con maggiore intensità rispetto al passato, questa tipologia di studi. Ovviamente è un fenomeno che va supportato a tutti i livelli, istituzionale, formativo, di ricerca, e non ultimo quello di accesso al credito, per sostenere i necessari investimenti per le diverse filiere produttive”.
 


Ecco nel dettaglio i pacchetti creditizi messi a disposizione
 
ACIREALE (CT) - Nel corso dell’incontro ha preso la parola anche Vittorio Pellegatta, vice direttore generale di Credito siciliano, illustrando i contenuti tecnici dei prodotti e servizi della linea “Natura siciliana”. I pacchetti disponibili variano in base alla durata dell’erogazione del credito richiesto: con “Anticipo contributi”, il finanziamento a breve termine (meno di 18 mesi) è finalizzato a rendere immediatamente disponibile l’80% dell’importo contributivo spettante alle imprese. Tre sono i programmi previsti per il finanziamento di medio-lungo termine (superiore ai 18 mesi): Mutuo biologico, Mutuo nuova agricoltura e Mutuo piano di sviluppo (Psr). Infine, Credito siciliano non ha dimenticato i più giovani: Mutuo nuova generazione il meccanismo che rende attuabile il cambio generazionale. Importante aggiungere come questi pacchetti si sommino, senza escludersi, alle agevolazioni fiscali previste dal credito agrario.

Articolo pubblicato il 07 ottobre 2014 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus
Da sx: Saverio Continella, Alessandra Gentile e Vittorio Pellegatta
Da sx: Saverio Continella, Alessandra Gentile e Vittorio Pellegatta