Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Palermo - Il rilancio Amat si tinge di verde tra bike sharing e bus ecologici
di Gaspare Ingargiola

Incremento dei controllori al fine di contrastare chi non paga il biglietto per viaggiare con i mezzi pubblici. In arrivo in città 37 cicloparcheggi con pensiline alimentate da pannelli solari

Tags: Palermo, Amat, Bike Sharing, Car Sharing



PALERMO – Dopo una campagna abbonamenti sorprendente, che quest’anno ha fatto registrare un balzo in avanti del 30%, e in attesa della prima linea del tram che dovrebbe diventare operativa a cavallo con il nuovo anno, l’Amat riparte dalle tecnologie smart per acchiappare altri clienti e proseguire il suo percorso di rilancio. Ecco nel dettaglio tutti gli interventi.

BIKE SHARING - L’associazione temporanea di imprese costituita dalla siciliana Cogesi e dalla toscana New Energy si è aggiudicata la gara da 1,4 milioni per la fornitura al Comune di Palermo di 400 bike a pedalata muscolare e 20 bike a pedalata assistita e per la creazione di 37 cicloparcheggi con pensiline alimentate da pannelli solari e fra le dieci e le venti postazioni per le bici con tanto di agganci modulari. Il bando è finanziato per il 70% dal ministero dell’Ambiente. Alcune postazioni si conoscono già: Tribunale, Università, piazza Marina, Stazione Centrale, Mondello, Sferracavallo, forse piazza del Parlamento all’Ars.

CAR SHARING - Entro fine mese arriveranno nel capoluogo le nuove vetture per il car sharing fornite dalla Renault. L’Amat, così, raddoppierà la propria flotta da 47 a 90 auto. Verranno installati otto punti di ricarica per le auto elettriche condivise e due stazioni intermodali con tutte le tipologie di mezzi: car, bike, van e scooter sharing.

MEZZI ECOLOGICI - La Breda Menarini Bus ha vinto la gara indetta da piazza Pretoria per 20 autobus ecologici di ultima generazione. Anche in questo caso c’è un finanziamento ministeriale di 4,3 milioni. I mezzi saranno a gasolio e saranno in circolazione da maggio. Nel Piano ecologico dell’azienda è incluso l’acquisto di nuovi mezzi a metano, la realizzazione di busvie e di impianti di distribuzione del metano e l’installazione di telecamere di sorveglianza per le isole pedonali e le Ztl, ad oggi regolarmente violate dai cittadini.

PORTOGHESI - Un accordo con i sindacati aziendali e con la pattuglia di ausiliari del traffico (che già ne ha stretto un altro con la Polizia municipale per le multe a chi non paga le strisce blu) consentirà alla partecipata di via Roccazzo di piazzare 80 controllori in più sugli autobus. Tra questi potranno esserci anche impiegati e non per forza addetti del settore movimento. L’accordo ha una validità di 4 mesi in via sperimentale. Tempi duri per i portoghesi, cioè per coloro che viaggiano sui mezzi pubblici senza acquistare i regolari tagliandi.

STRISCE PEDONALI - A Palermo approda una nuova tecnologia per le strisce pedonali, che finalmente non sbiadiranno nell’arco di poche settimane ma dureranno più a lungo grazie all’uso di una speciale vernice che renderà gli attraversamenti più sicuri. Via libera anche a un progetto pilota sugli undici attraversamenti pedonali di via Libertà nel tratto compreso tra via Notarbartolo e piazza Castelnuovo. Con un fondo residuale Fas di 21 mila euro l’Amat installerà sui sei attraversamenti senza semaforo, ambo i lati, cartelloni di segnalazione con luci a energia solare, mentre ai margini delle corsie preferenziali ecco i Glass top: piccoli dispositivi semisferici in vetro che, quando sono colpiti da una fonte luminosa (artificiale o solare), irradiano luce come se fossero lampadine. Le zebre avranno anche un terzo dispositivo: il Solar ground, che funzionerà in assenza di luce solare. All’interno di questi marchingegni c’è una cella solare che raccoglie l’energia per alimentare tre piccoli lampeggianti a led. I Solar Ground saranno montati anche nei cinque passaggi pedonali in prossimità dei semafori.

ALTRI INTERVENTI - Le novità della nuova stagione Amat non finiscono qui. Dal 20 settembre è tornato il collegamento con Monreale: la linea 389 ha ripreso servizio con undici corse da piazza Indipendenza (ultima partenza alle 20,10) e undici da Monreale (prima partenza alle 7). C’è il sì, infine, anche per il Piano di ristrutturazione delle 800 pensiline delle fermate e per la riorganizzazione delle linee con un taglio delle corse per aumentarne la frequenza.

Articolo pubblicato il 15 ottobre 2014 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐