Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Ue: Sicilia fra le 30 peggiori su 272
di Rosario Battiato

Eurostat certifica il fallimento della politica. In 16 indicatori Isola salva solo per l’ingresso dei bambini a scuola. Regione, Comuni, sindacati: tutti bocciati. E parlano ancora di “sviluppo”

Tags: Unione Europea, Eurostat



La Sicilia come la Guyana, regione francese in Sudamerica conosciuta ai più per i penitenziari destinati ai galeotti pericolosi. O come alcune zone arretrate dell'Est, costrette a scontare ancora il blocco dell'ex Unione sovietica. Sicilia fra le peggiori d'Europa, insomma.
Lo dicono gli indicatori di Eurostat, l'Istituto centrale di statistica in Ue (la sede nella foto) che in sedici capitoli ha raccolto il materiale per “comprendere e quantificare l'impatto delle decisioni politiche in uno specifico territorio”.
Il risultato finale è la certificazione del crollo dell'Isola nell'indice della competitività che la posiziona nel blocco delle ultime trenta regioni europee su 272 aree censite. Senza contare infrastrutture materiali e immateriali, rifiuti, energia e formazione. Una sonora bocciatura rivolta a chi ha governato e gestito i siciliani negli ultimi anni.

Articolo pubblicato il 18 ottobre 2014 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐