Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Ars, oggi in aula si vota per il vicepresidente
di Raffaella Pessina

Assessore Reale in conferenza capigruppo, salta la commissione Bilancio. D’Asero, capogruppo Ncd: “Situazione politica surreale”

Tags: Ars, Rosario Crocetta, Nelli Scilabra, Pd, Linda Vancheri



PALERMO - Si voterà oggi alle 16 per la vicepresidenza dell’Assemblea regionale siciliana. Lo ha stabilito la conferenza dei capigruppo dell’ Ars, in un clima di forti contrasti. È saltato per ora il voto alle mozioni di censura nei confronti degli assessori alla Formazione, Nelli Scilabra, e alle Attività produttive, Linda Vancheri.
 
Il centrodestra, ad eccezione di Ncd, ha espresso l’intento di votare, ma la maggioranza potrebbe fare mancare il numero legale mentre proseguono le trattative sull’azzeramento della Giunta di governo che metterebbe in discussione l’intero assetto delle cariche assembleari in Consiglio di presidenza e nelle commissioni.

Sempre oggi alle 11.00 in una riunione dei capigruppo delle opposizioni si cercherà di trovare un’intesa su un candidato condiviso per la vicepresidenza. La giornata di ieri era cominciata male a Palazzo dei Normanni, con il rinvio della Commissione Bilancio per assenza del governo e della maggioranza. Il presidente della commissione Nino Dina aveva chiesto una verifica della norma proposta dal Governo che stabilisce il prelievo di 19 milioni di euro dal fondo Crias (Cassa regionale per il credito all’artigianato) per le imprese agricole, per pagare gli stipendi dei forestali del personale dell’Esa e del Ciapi. Per questo aveva convocato l’assessore all’Agricoltura, impegnato invece in altre riunioni.

L’Aula invece è stata aperta ma subito rinviata per la convocazione della conferenza dei capigruppo, per necessità di stabilire un calendario dei lavori alla luce delle diverse richieste di modificare l’ordine del giorno. Alla riunione non ha partecipato il presidente della Regione Crocetta. Presenti invece gli assessori al Turismo Nico Torrisi, all’Agricoltura, Ezechia Reale e all’Economia Roberto Agnello. Nel corso della riunione è stata respinta la proposta di invertire l’ordine del giorno dell’Aula mettendo al primo posto la mozione di sfiducia al Governatore e poi la votazione di un vice presidente. L’opposizione aveva chiesto di procedere anche al voto sulle mozioni di censura verso gli assessori Scilabra e Vancheri. Il capogruppo di Ncd Nino D’Asero ha definito l’attuale situazione politica “in uno stato surreale”. ”L’obiettivo di Crocetta – ha detto d’Asero – è quello di render vana qualunque mozione di sfiducia”.

Ieri il capogruppo di Forza Italia Marco Falcone ha detto: “L’unità del centrodestra sui temi politici è totale, a partire dalla mozione di censura dell’assessore Scilabra e dalla sfiducia al presidente Crocetta. Domani mattina (oggi per chi legge) ci riuniremo per assumere una decisione unitaria sulla vicepresidenza all’Ars”.

L’Aula era stata poi convocata nel pomeriggio ed i contrasti sono proseguiti. Su tutti è intervenuto il presidente dell’Ars, Giovanni Ardizzone, che ha sottolineato come “in Aula si deve cercare di evitare di enfatizzare certe parole, perchè c’è qualcuno che tenta di farsi pubblicità ledendo le istituzioni”. “Si deve invece - ha proseguito Ardizzone - remare nello stesso senso della buona legislazione per far recuperare al Parlamento quella autorevolezza che spesso viene smarrita per responsabilità del singolo”.

Articolo pubblicato il 22 ottobre 2014 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐