Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Contro il caro auto e l'inquinamento: carburante dal vino
di Redazione

A Marsala sperimentazioni su una nuova miscela a base di additivi vegetali ed etanolo per abbattere il caro auto e le emissioni di CO2

Tags: Risparmio, Auto, Inquinamento, Polizze E-diesel, Miscela



Il caro auto è un problema sempre più trasversale, inasprito da una serie di fattori che, in alcuni casi, rendono il possesso di un’automobile un vero e proprio lusso. Polizze Rca che continuano ad aumentare le proprie tariffe e il prezzo dei carburanti fuori controllo sono le principali problematiche a cui far fronte; fortunatamente i consumatori hanno a loro disposizione una serie di soluzioni per limitare il peso di tali spese sul proprio bilancio. Sempre più gente utilizza internet per informarsi sulle assicurazioni auto Linear o Zurich Connect, ecc. e metterle a confronto, per trovare la polizza auto con le tariffe più vantaggiose e porre parziale rimedio al sempre più incisivo problema del caro assicurazioni auto. Per ciò che riguarda le spese del carburante, invece, una nuova possibile e straordinaria soluzione potrebbe arrivare… dal vino.
 
Additivi naturali per abbattere i consumi e svincolarsi sempre di più dalla dipendenza dalla benzina. È l’intuizione in corso di sperimentazione sui  mezzi di trasporto urbani di Marsala, utilizzando una speciale miscela di E-Diesel a base di etanolo e riempitivi di origine vegetale. I test effettuati in questi giorni fino a giovedì 23 ottobre mirano a verificare il reale abbattimento delle emissioni di anidride carbonica nell’ambiente urbano e di particolato nell’aria.
 
Se la ricerca dovesse mettere alla luce risultati positivi, i benefici sarebbero enormi per i consumatori, per la salubrità delle città e per l’indotto in grado di prendere piede. Una ricerca innovativa, illuminante e costruttiva che pone un focus sulle straordinarie potenzialità della viticoltura, mostra una volta di più come sia possibile prescindere dalle risorse in via di esaurimento dando seguito a progetti ad ampio respiro orientati ad un saggia gestione della natura e dei suoi principi. Non solo vento, acqua, sole, biomasse; l’energia è vita e la vita è energia, si può reperire da canali spesso inimmaginabili e lo studio in corso a Marsala,a prescindere dai risultati finali, ha il merito di mostrare in modo cristallino esattamente questa verità.
 
La sperimentazione di prova consiste in un confronto fra un mezzo pubblico cittadino con motore Euro II, uno dei più impattanti sull’ambiente, con uno alimentato dalla miscela E – Diesel lungo un percorso prestabilito. Il carburante, come detto, consiste in una miscela di additivi vegetali ed etanolo; quest’ultimo viene ricavato dagli scarti di produzione delle diverse aziende vinicole locali.
 
Risparmiare, rispettare l’ambiente e trasformare in risorsa ciò che fino ad oggi è stato scarto inutile, ricchezza dalla spazzatura. Non resta che incrociare le dita e sperare che i dati siano positivi, le emissioni abbattute e le prestazione di questo eco – carburante adeguate. Se così fosse, seguirebbero nuovi test e la ricerca andrebbe messa a punto e perfezionata, ma con un primo fondamentale passo già compiuto.

Articolo pubblicato il 25 ottobre 2014 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus