Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia è su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Influenza A, a Milano primi vaccini. In Sicilia devono ancora arrivare
di Desirée Miranda

Nel capoluogo lombardo ieri è iniziato il programma stabilito dal ministero per la Salute. Palermo e Catania centri di stoccaggio, sono attese circa 700 mila dosi

Tags: Influenza A, Sanità, Vaccino, H1n1, Pandemia



CATANIA - Il vaccino per l’influenza A, (H1N1) influenza con un potenziale pandemico che ha portato ad aumentare alla fase 6 dei livelli di allerta pandemici, non è ancora arrivato in Sicilia. È già nel centro di stoccaggio italiano in Toscana, ma poiché viaggia su ruote, non può essere distribuito in tutte le regioni con gli stessi tempi. Ieri, intanto, a Milano sono stati eseguiti i primi vaccini.

“Arriverà presto – ha affermato Salvatore Scondotto, capo servizio del dipartimento igiene pubblica regionale con incarico ad interim all’osservatorio epidemiologico -  e per quando arriverà saremo pronti, perché abbiamo già predisposto tutto secondo le direttive del Piano nazionale approvato insieme alla Conferenza Stato-Regioni il 9 febbraio 2006. La gente deve stare tranquilla, - ha esortato Scondotto – perché anche se siamo in fase d’emergenza 6 , i dati dell’Oms hanno sottolineato il carattere pressoché moderato di questa pandemia, il cui il massimo livello di allerta, come ha detto il vice del ministro alla Salute, Ferruccio Fazio, non è dovuto alla gravità clinica dei sintomi, ma alla grande diffusione geografica del virus”.

Sarà la Direzione Generale del Dipartimento Attività Sanitarie e Osservatorio Epidemiologico (DASOE) della Regione Siciliana, insieme al Dipartimento Regionale Protezione Civile che opererà sia a livello regionale che provinciale, e alle Aziende Sanitarie Ospedaliere e Provinciali (ASP) che interverranno a livello locale, ad occuparsi del coordinamento degli interventi per la cura e la prevenzione dell’influenza H1N1. Inoltre, presso l’Assessorato Regionale Sanità, con Decreto Assessoriale 820 del 30/04/2009, è stato costituito il ‘Comitato Regionale per le Pandemiè (CRP) che opera come Unità di crisi regionale ed è in grado di assicurare il coordinamento delle attività previste dal  Piano Nazionale Pandemico.

Appena arriverà il vaccino, si parla di circa 700 mila dosi in approdo nei due centri di stoccaggio (Palermo per la Sicilia occidentale e Catania per quella orientale), saranno le Asp, aziende sanitarie provinciali, a organizzarne le attività di somministrazione e la distribuzione delle dosi avverrà in proporzione alla popolazione residente nelle varie province. Nonostante siano già stati accertati circa 90 casi di influenza H1N1in Sicilia e altri 350 sono sospetti, e anche se al momento le immunizzazioni non sono ancora disponibili, probabilmente lo saranno entro la fine del mese, la situazione non è critica.
Si tratta di una infezione virale acuta dell’apparato respiratorio con sintomi pressoché identici a quelli della classica influenza e come questa può portare a complicazioni gravi come la polmonite.

Non è necessaria, quindi, nessuna fobia, nessun assalto alle Asp alla ricerca di un antidoto anche perché c’è una priorità di vaccinazione. I primi saranno quelli del personale sanitario e di assistenza, del personale dei servizi essenziali di sicurezza ed emergenza, del personale dei servizi di pubblica utilità e del persone ad alto rischio complicanze severe o fatali. In coda tutti gli altri.

Articolo pubblicato il 15 ottobre 2009 - © RIPRODUZIONE RISERVATA




Leggi tutti gli articoli sull'argomento
  • Regione, adottato il Piano pandemie -
    Pubblicate nella Gurs del 9 ottobre le Linee guida dall’assessorato regionale alla Sanità. Ai manager l’attuazione. Ciascuna delle 17 strutture, tra Asp e AO, dovrà istituire una specifica Unità di crisi
    (15 ottobre 2009)
  • Direttore sanitario responsabile funzionamento Unità di crisi -
    Il decreto assessoriale individua una figura centrale nella gestione delle pandemie. Si raccorda con il Comitato pandemico e l’Osservatorio epidemiologico
    (15 ottobre 2009)
  • Influenza A, a Milano primi vaccini. In Sicilia devono ancora arrivare -
    Nel capoluogo lombardo ieri è iniziato il programma stabilito dal ministero per la Salute. Palermo e Catania centri di stoccaggio, sono attese circa 700 mila dosi
    (15 ottobre 2009)


comments powered by Disqus