Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twittergoogle qds rss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Energia e carburanti, rifiuti azzerati
di Rosario Battiato

L’Italia ha la tecnologia per produrre biofuel, calore ed elettricità da Rsu e la esporta in Gran Bretagna. In Sicilia proteste al minimo accenno di un impianto di trasformazione

Tags: Rifiuti, Carburante, Energia, Biocarburante, Rsu



PALERMO – La scelta del governo Renzi di avviare una ricognizione e un potenziamento della valorizzazione energetica del rifiuto, una delle misure previste nella gerarchia europea già nel 2008, potrebbe avviare scenari inediti anche in Sicilia. Senza dimenticare la priorità della riduzione della produzione e del riciclaggio, l'utilizzo dell'immondizia per la produzione di energia elettrica e termica e di biocarburanti resta un'alternativa non negoziabile perché almeno il 25% dei rifiuti non sarebbe riciclabile.
L'opzione legata alla discariche, che in Sicilia resta ancora l'unica scelta, non può essere considerata una strada percorribile per la sostanziale inutilità dell'interramento e per le conseguenze ambientali che ne derivano. Nelle scorse settimane se ne è discusso anche in provincia di Trapani, dove, tra le varie possibilità, si sta valutando un sistema che comprende anche la gassificazione dei rifiuti.

Articolo pubblicato il 30 ottobre 2014 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐