Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

I “pasticci” degli uffici rallentano l’iter burocratico
di Michele Giuliano

Tutto è cominciato nel 2007 con uno slittamento della sezione A. I rilievi della Corte dei Conti all’ex dirigente Russo

Tags: Corte Dei Conti



L’errore più grossolano, che ha portato ad un rallentamento del percorso, è legato agli uffici ed all’istruttoria seguita inizialmente dal dipartimento della Formazione professionale nell’oramai lontano 2007, quando a capo della struttura c’era Alessandra Russo, poi rimossa.

A dire della Corte dei Conti, la procedura non sarebbe stata effettuata secondo la dovuta prassi sin dal decreto iniziale di finanziamento. La neo dirigente generale del dipartimento della Formazione professionale, Patrizia Monterosso, ha quindi dovuto prendere atto dei rilievi della Corte dei Conti ed è stata costretta ad emettere il decreto di annullamento del percorso A, il primo che sarebbe dovuto partire.

Ovviamente questo intoppo ha portato al conseguente rallentamento di tutte le altre sezioni. In pratica, in sede di redazione preliminare per l’assegnazione provvisoria dei voucher, era stato emanato il decreto dalla Russo senza però essere passati per la registrazione dalla Corte dei Conti. Testualmente nel decreto, l’allora dirigente generale Alessandra Russo sosteneva che “l’atto non è soggetto al controllo preventivo della Corte dei conti in quanto non presuppone l’assunzione di impegni finanziari a carico di risorse comunitarie”. e questo è stato il primo errore grossolano. Puntualmente la magistratura contabile ha fatto i suoi rilievi e di conseguenza la Monterosso ha messo tutto nel congelatore per diversi mesi prima di far ripartire il progetto seguendo la giusta procedura.

I percorsi previsti sono: Sezione A - Formazione rivolta all’inserimento occupazionale; Sezione B - Formazione continua; Sezione C - Formazione rivolta alle persone svantaggiate; ed infine Sezione D - Formazione in Apprendistato - Apprendisti.

Articolo pubblicato il 15 ottobre 2009 - © RIPRODUZIONE RISERVATA




Leggi tutti gli articoli sull'argomento
  • Regione, flop della formazione online -
    Formazione. Non decolla il catalogo online.
    Rinunce. La cosa che salta all’occhio è il numero delle candidature che sono state escluse da questo percorso: ben 4 mila, di cui il 50 per cento per rinuncia da parte dell’ente o del candidato.
    Ritardi. C’è voluto un anno intero, dal momento in cui sono state presentate le candidature sino all’emanazione del decreto di finanziamento, questa la causa delle tante defezioni.
    (15 ottobre 2009)
  • I costi. 30 milioni di euro a valere del Por 2000/06 - (15 ottobre 2009)
  • I “pasticci” degli uffici rallentano l’iter burocratico -
    Tutto è cominciato nel 2007 con uno slittamento della sezione A. I rilievi della Corte dei Conti all’ex dirigente Russo
    (15 ottobre 2009)
  • Dal dipartimento: “Ci siamo mossi con tempestività” -
    Dall’assessorato alla Formazione arrivano i chiarimenti sui ritardi. Il vero intoppo è stato la conclusione del Por 2000/06
    (15 ottobre 2009)


comments powered by Disqus