Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Crocetta atteso oggi in Aula su accordo Eni
di Raffaella Pessina

Documenti finanziari assenti dall’odg di Aula e di commissione Bilancio. La scorsa settimana ha delegato vicepresidente Mariella Lo Bello

Tags: Ars, Rosario Crocetta, Eni, Gela, Mariella Lo Bello



PALERMO - Sembra ormai certo il ricorso della Regione all’esercizio provvisorio per i primi mesi del 2015, così come prospettato dall’assessore all’economia Baccei. Oggi pomeriggio in fatti si terrà la seduta d’Aula nel cui ordine del giorno non compare l’esame dei documenti finanziari e a dire il vero non compare questa settimana nemmeno all’ordine del giorno della Commissione Bilancio, convocata per una sola giornata, domani.

Intanto sul mutuo da oltre due miliardi di euro che il governo della Regione intende contrarre per coprire somme non versate alle aziende sanitarie, ha espresso forti perplessità Mario Alloro del Pd e componente della commissione Sanità dell’Ars. “Il nuovo mutuo suscita fortissime perplessità”. Lo dice Mario Alloro, deputato regionale del PD. “Soltanto sei mesi fa - dice Alloro - nell’ambito del ‘salvaimprese’, l’Ars ha approvato un altro mutuo da circa un miliardo, con oltre seicento milioni da destinare al pagamento dei debiti nei confronti dei fornitori del servizio sanitario. Allora il governo aveva garantito che si sarebbe coperta tutta l’esposizione debitoria in essere. Adesso scopriamo, invece, che il debito nei confronti del sistema ammontava già allora ad oltre 2.600 milioni di euro”. “Peraltro - aggiunge il parlamentare democratico - l’importo del nuovo mutuo pari ad oltre 2 miliardi non serve a pagare fatture, ma a restituire alle aziende sanitarie somme che hanno già erogato e che le aziende stesse si erano fatte prestare dalle banche tesoriere in regime di anticipazione di cassa”. Alloro chiederà al governo, che prima di procedere all’esame del disegno di legge, fornisca l’elenco completo dei pagamenti che saranno effettuati con il nuovo mutuo ed il relativo piano di ammortamento.
 
Intanto questo pomeriggio in Aula a Palazzo dei Normanni dovrebbe arrivare il presidente della Regione Crocetta per riferire sugli accordi presi dal Governo regionale con le compagnie petrolifere. La scorsa settimana era stata delegata da Crocetta a relazionare sull’argomento la vice presidente Lo Bello, ma in Parlamento si sono levate molte voci di protesta per l’assenza del governatore.
 
Intanto in questo fine settimana appena trascorso Lino Leanza è stato acclamato nuovo segretario regionale di Sicilia Democratica, partito che sarà a fianco del Pd e delle forze di maggioranza, con un occhio di riguardo però alle situazioni locali. “La linea politica è chiarissima -ha detto Leanza - se in qualche Comune ci sarà diversità diversità noi possiamo anche non appoggiare il Partito democratico, rispettiamo l’autonomia dei territori”.

All’assemblea costituente di Sicilia Democratica era presente anche Giovanni Pistorio, segretario Udc Sicilia, che ha invitato al dialogo fra forze politiche  “Il governo della Regione sia avamposto di cambiamento per risollevare le sorti della nostra terra. - ha detto - Si governi senza scontri, ma col dialogo perché non abbiamo altra scelta”.

Articolo pubblicato il 02 dicembre 2014 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐