Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Palermo - I piani del Comune per una città più vivibile
di Redazione

L'amministrazione Orlando punta su mobilità sostenibile e pedonalizzazioni. Nelle ultime settimane l’assessorato per la Mobilità e la Giunta hanno varato un pacchetto di provvedimenti con un impegno di spesa di circa 650 mila euro

Tags: Palermo, Vivibilità



PALERMO – L’amministrazione comunale punta su mobilità sostenibile e pedonalizzazioni. Nelle ultime settimane l’assessorato per la Mobilità e la Giunta hanno varato un pacchetto di provvedimenti grandi e piccoli, con un impegno di spesa di circa 650 mila euro, che si aggiungono agli interventi di potenziamento della flotta pubblica e condivisa gestita dall’Amat.
Le novità simbolo di questa piccola rivoluzione sono tre: l’attivazione del bike-sharing, la punzonatura antifurto delle biciclette e l’acquisto di 18 nuovi autobus.

“I tre provvedimenti – ha spiegato l’assessore Giusto Catania - si inseriscono in un quadro complessivo di ragionamento e interventi per la mobilità sostenibile, col potenziamento di quella pubblica e dolce e misure di contrasto dell’abuso del mezzo privato”.

La flotta Amat, per la prima volta dopo anni sarà integrata con bus nuovi, 18 vetture con motorizzazione Euro 6. Sul fronte dei mezzi condivisi, arriveranno quasi 80 nuove vetture del car-sharing, portandole quindi a 120. Sarà la terza flotta in Italia per disponibilità di mezzi pro-capite.

Potranno usufruire di circa 150 stalli per la sosta in tutta la città. Il bike sharing consisterà di 420 bici di cui 20 a pedalata assistita. Anche in questo caso, la terza flotta nazionale.

Sempre sul fronte delle due ruote, arriva la punzonatura, una sorta di marchiatura volontaria dei velocipedi per cui il Comune si avvarrà dei rivenditori di settore. Saranno 5.000 le bici punzonate in una prima fase, senza alcun costo per i proprietari, i cui dati saranno inseriti in un apposito database.

Previsti anche ulteriori interventi per un totale di poco inferiore ai 650 mila euro, a parte car e bike sharing e nuovi bus. Le gare di acquisto sono in larga parte già fatte (anche tramite mercato elettronico).

“Palermo e i palermitani – ha affermato il sindaco Orlando - stanno per vivere una piccola rivoluzione all’insegna della vivibilità. Una rivoluzione della mobilità che si accompagnerà necessariamente al miglioramento dei servizi pubblici e alla riscoperta della possibilità di muoversi senza la schiavitù delle auto”.

Articolo pubblicato il 03 gennaio 2015 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus