Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Legge 104, speculazione indecorosa
di Michele Giuliano

Assistenza familiari e permessi: in Sicilia vi ricorre il 40%, al Nord il 10%. Nella scuola punte del 100%. E i medici non controllano. Dai sindacati nessuna funzione etica per impedire gli abusi: “Se ne occupi il Governo”

Tags: Legge 104, Scuola



PALERMO - Scalare le graduatorie scalzando anche i precari storici; agevolare il proprio rientro in Sicilia in tempi brevissimi; trovare un posto di ruolo accelerando i tempi. E poi starsene anche a casa, magari facendosi i fatti propri, almeno due o tre volte al mese.
Queste sono certamente le agevolazioni più importanti che può avere un lavoratore del pubblico impiego se è fruitore della legge 104 del 1992, la famosa norma che garantisce una serie di benefit al lavoratore per il fatto di assistere un familiare.
Troppe agevolazioni che finiscono con il diventare per molti anche dei privilegi da sfruttare a tutti i costi: e così, con medici compiacenti, ecco che la truffa è servita. Roba certamente tipica per culture meridionali ma che in Sicilia trova, con numeri alla mano, il suo “humus” più adatto.

Articolo pubblicato il 20 gennaio 2015 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐