Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Google trend, il tool gratuito per le ricerche di marketing
di Rossana Indelicato

Intercettare le esigenze degli utenti per meglio posizionarsi sul mercato

Tags: Google, Google Trend, Marketing



ROMA – Uno degli strumenti più utili che Google mette a disposizione per le ricerche di marketing è “Google Trend”, il tool gratuito che compara diversi termini rilevando il più ricercato sul Web in un determinato momento. Nello specifico, Trend individua i termini più ricercati in base alla loro categoria di appartenenza, al Paese e all’arco di tempo in cui sono stati cercati. Possiamo ricorrere a Google trend per due specifiche finalità: esplorare le tendenze e stabilire la stagionalità di un termine. Informazioni che possono risultare fondamentali per settori come il turismo, la moda o l’alimentazione, tutti fortemente influenzati dal cambio delle stagioni.

Google si dota dunque di uno strumento innovativo, utile a capire quanto interesse ruota intorno ad un argomento specifico. Una volta settata la ricerca, oltre a stabilire quanto una parola chiave è oggetto d’interesse è possibile operare un confronto, aggiungendo altri termini di paragone attraverso l’apposita opzione sull’home page.

Disponibile in 47 lingue differenti, Google trend è suddiviso in diverse aree esplorative: grafici, trend attuali, video su youtube e parole emergenti. Cliccando su “grafici”, è possibile farsi un’idea degli argomenti o delle curiosità maggiormente cliccati; nella sezione “classifiche” sono riportati i termini più ricercati per tendenze: tra i biglietti più venduti, in Ialia, vi sono quelli relativi alle partite di calcio (Milan-Yuventus, Milan-Inter), mentre tra gli interessi resiste ancora, al secondo posto, la buona musica con il concerto dei Rolling Stones. Gli italiani si dilettano pure a informarsi su “come fare” il barbecue, al primo posto nel 2014, le ciambelle e il refil. Tra le mete più ricercate troviamo Gozo, Sochi e Pesaro. Su “esplora” è possibile digitare un termine e valutarne il volume di ricerca filtrando la località, l’intervallo di tempo, la categoria e la ricerca su Google.

Oltre alle curiosità sopracitate, le opportunità più interessanti riguardano le aziende. Queste ultime possono intercettare gli argomenti più rilevanti e inserirsi nelle conversazioni più frequenti, anticipare trend e valutare le esigenze degli utenti per posizionarsi sul mercato. È possibile venire a conoscenza, digitando il nome della propria azienda, del livello di interesse che essa ha suscitato nel tempo e in quale area geografica si è concentrata la ricerca.

È possibile, dunque, rilevare i cali o i picchi di interesse spalmati nei vari anni e farsi un’idea, servendosi della sezione “ricerche correlate”, dei termini più ricercati e in crescita relativi allo stesso settore di competenza.

Articolo pubblicato il 27 gennaio 2015 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐