Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia  su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Migranti: affare da 60 mln l’anno
di Serena Giovanna Grasso

I tempi di permanenza degli ospiti non dovrebbero superare i 90 giorni, ma oscillano tra i 10 e i 12 mesi. Una media di trenta euro al giorno ai gestori delle strutture presenti in Sicilia

Tags: Immigrati, Migranti



PALERMO - L’emergenza immigrazione sembra essersi trasformata in un business, con tutti i pericoli che ovviamente una situazione di questo genere rischia di portare con sé.
Una delle criticità maggiori risiede certamente nei tempi di permananza all’interno di Cda, Cara e Sprar, che per legge non dovrebbero superare i 90 giorni ma in realtà oscillano tra i 10 e i 12 mesi, producendo un enorme spreco economico e di risorse.
E così, mentre si studiano soluzioni per tentare di ridurre sensibilmente i passaggi burocratici previsti da tali procedure, le varie strutture dell’Isola restano stracolme, con tutti i problemi di carattere sociale che periodicamente ne derivano (come le tante protesta esplose, per esempio, all’interno del Cara di Mineo, Ct).
Una svolta, dunque, sembra indispensabile.
(Per leggere l'inchiesta completa abbonati qui)

Articolo pubblicato il 10 febbraio 2015 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus