Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia  su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Presentata all’Ars la Sicilia all’Expo 2015
di Raffaella Pessina

Commissione Attività produttive riunita con gli assessori Vancheri e Caleca. Oggi da Forza Italia la mozione censura contro l'assessore Borsellino

Tags: Ars, Expo 2015, Rosario Crocetta, Lucia Borsellino, Linda Vancheri, Marco Falcone, Matteo Salvini



PALERMO - Non si sono ancora spente le polemiche tra il governatore Rosario Crocetta e il leader della Lega Matteo Salvini sulla difficile situazione della sanità in Sicilia che le opposizioni di centrodestra all’Ars hanno annunciato la presentazione oggi in Aula di una mozione di censura nei confronti dell’assessore alla Salute, Lucia Borsellino.
 
Durante la trasmissione Ballarò di Rai Tre Crocetta ha accusato Matteo Salvini di aver fatto in Sicilia l’alleanza con gli ex Mpa e di aver scelto come referente Angelo Attaguile “amico di Lombardo”. “Lo sanno tutti -  ha risposto Attaguile - che i principali personaggi che hanno sostenuto Raffaele Lombardo quando era governatore oggi sono con Crocetta. Potrei citarne a dozzine, a partire dagli ex colonnelli di Raffaele Lombardo, Lino Leanza, che è stato anche segretario del Mpa, e Giovanni Pistorio, a Nicola D’Agostino. Per non parlare poi di Beppe Lumia, che quando Lombardo rimase senza maggioranza, dopo aver rotto col Pdl, gli fece da stampella col Partito democratico nonostante l’avviso di garanzia per le vicende giudiziarie note a tutti”.

In particolare il capogruppo di Forza Italia, Marco Falcone, ha detto di aver “chiesto in conferenza dei capigruppo all’Ars di calendarizzare la discussione sulle disfunzioni della sanità siciliana, ricevendo come risposta un no perentorio da parte del Pd e di tutta la maggioranza”. E prosegue in una nota affermando che “lo stesso presidente Ardizzone, ignorando il regolamento che prevede che il 30 per cento dei lavori dell’assemblea siano indicati dall’opposizione, si è schierato con Crocetta e i crocettiani rinviando l’argomento e tentando di fissare questo dibattito per la fine di marzo”. Essendoci preclusa qualsiasi possibilità di confronto in Aula, oggi, nel corso di una conferenza stampa che avrà luogo presso la sala stampa dell’Ars, Forza Italia presenterà la mozione di censura nei confronti dell’assessore Borsellino.
 
“Alla base delle emergenze sanitarie -afferma ancora Falcone- vi sono i diktat del ministro Lorenzin, che minaccia di commissariare il settore entro giugno, l’incapacità della Sicilia di superare il piano di rientro, le mancate nomine dei manager negli ospedali catanesi e le gravi inadempienze nella gestione e nei tagli dei posti letto che hanno portato alla morte di una neonata. Chiediamo inoltre - ha continuato il deputato forzista- maggiore chiarezza sulla voragine finanziaria del 118 e su come saranno utilizzati i soldi del mutuo di 1 miliardo e 770 milioni destinati a pagare le imprese del settore”.

Presentate intanto ieri mattina all’Ars le attività della Sicilia all’Expo 2015 di Milano. La Commissione attività produttive si è riunita in Sala Rossa con gli assessori alle Attività produttive Linda Vancheri e all’Agricoltura Nino Caleca. Sono state illustrate e meglio definite le modalità con cui la Sicilia parteciperà all’esposizione internazionale che si inaugura il primo maggio a Milano.
 
Entro la prossima settimana saranno diramati gli avvisi pubblici per l’adesione delle imprese siciliane alle iniziative con cui la Regione Sicilia partecipa all’Expo 2015 a Milano. Le imprese saranno selezionate dalle Camere di Commercio attraverso avvisi pubblici di prossima pubblicazione. L’isola, partner privilegiato nell’attivazione del Bio Cluster Mediterraneo, racconterà in modo facile e immediato lo spirito della cucina mediterranea, esaltandone il valore e il significato della convivialità a tavola.

Articolo pubblicato il 26 febbraio 2015 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus
Da sx: Nino Caleca, Bruno Marziano, Linda Vancheri
Da sx: Nino Caleca, Bruno Marziano, Linda Vancheri