Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Contributi per gli alloggi, 13 milioni di euro destinati alla Regione siciliana
di Cettina Mannino

I fondi provengono dal Ministero delle Infrastrutture. Altri 5 mln dall’assessorato ai Lavori Pubblici. Entro dicembre ‘09 dovrà essere approvata procedura di erogazione delle somme

Tags: Nino Beninati, Alloggi Popolari



PALERMO – Il Ministero delle Infrastrutture stanzia circa 13 milioni di euro alla Regione Sicilia per i contributi alloggiativi. 
L’Assessorato ai Lavori Pubblici della Regione siciliana inoltre, sempre come somma da destinare all’accesso alle abitazioni in locazione, finanzia, invece,  4 milioni e 644 mila euro, presi dai fondi in economia.

“Si tratta di somme importanti - afferma l’assessore regionale ai Lavori Pubblici, Nino Beninati - che consente ai comuni di erogare i contributi dell’alloggio nei confronti dei cittadini che si trovano in oggettive difficoltà economiche”.

In pratica i 13 milioni 207 mila 846 euro e 56 centesimi,  questa l’esatta somma stanziata dal Ministero, come previsto dalla legge nazionale n.131 del ’98, verranno affidati alla Regione Sicilia che si occuperà entro dicembre 2009 di avviare l’iter burocratico. La procedura prevede, infatti, che la proposta di ripartizione avanzata dalla Commissione venga ratificata dalla Conferenza delle Regioni e subito dopo dalla Conferenza Stato- Regioni. 

La somma, dunqne, una volta erogata dal Ministero sarà ripartita fra i Comuni dell’Isola.  Dallo stanziamento  Ministeriale, ad ogni modo, circa 11 mila euro andranno sotto forma di integrazione nazionale, ai comuni che hanno già stanziato dalle proprie risorse l’integrazione all’affitto. L’operazione andrà a buon fine,però, nel 2010. Lo stanziamento regionale, di circa 4 milioni di euro, invece sono fondi sin da subito utilizzabili.

“Il tema della casa - spiega Beninati - è certamente un argomento caldo in Sicilia, soprattutto nelle grandi realtà metropolitane. Ed il contributo all’affitto, pur con tutti i suoi limiti, è uno degli strumenti che permette alle famiglie un sostegno per l’ottenimento o il mantenimento di uno dei diritti primari come quello dell’abitazione. Proprio per questo - conclude l’assessore - siamo fortemente impegnati nel settore ed è per me motivo di soddisfazione poter annunciare che proprio in questi giorni gli uffici del dipartimento Lavori Pubblici sono riusciti a recuperare altre risorse destinate sempre al contributo alloggiativi e che rischiavano di andare perduti”.

La cifra stanziata dalla Regione Sicilia rappresenta, fanno sapere dall’assessorato, le mancate liquidazioni degli anni 2005 e 2006 e sono stati recuperati dagli uffici dell’assessorato.
La  ripartizione delle somme  permetterà, dunque, ai Comuni della Sicilia di integrare i “buoni casa”rilasciati alle famiglie sotto la soglia di reddito.

Articolo pubblicato il 23 ottobre 2009 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus