Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Sicurezza stradale, obiettivo: meno incidenti
di Agostino Laudani

Edilizia scolastica, 45 mln € di interventi: un terzo degli investimenti necessari per gli istituti del territorio. Una rete lunga 2000 chilometri che richiede continue manutenzioni da parte della Provincia

Tags: Giuseppe Castiglione, Catania, Provincia Regionale Di Catania



CATANIA - Prima di tutto, le strade e le scuole. Sono questi i fronti su cui si è concentrato l’interesse dell’amministrazione Castiglione, con interventi specifici per migliorare la sicurezza degli istituti scolastici e della rete viaria.
In questi settori come vengono investite le risorse?

 “La sicurezza delle nostre scuole e delle nostre strade è sicuramente uno degli obiettivi prioritari dell’amministrazione provinciale. La rete stradale provinciale è lunga ben oltre 2000 chilometri e il cattivo stato di manutenzione pregiudica la sicurezza di coloro che la percorrono. La Provincia di Catania punta a rispondere alle finalità individuate dal programma di azione comunitario 2007/2013 in materia di sicurezza stradale, il cui obiettivo, entro il 2010, è la riduzione del 50%  della mortalità  a causa di incidenti stradali.
“Per quanto riguarda l’edilizia scolastica, la Provincia, sia con risorse proprie che con fondi statali o regionali, è intervenuta su tutto il suo patrimonio con la non indifferente somma di circa 45 milioni di euro, raggiungendo circa un terzo degli investimenti necessari, ma per avere un’idea della complessità e della vastità del comparto si riportano alcuni grandi numeri: superfici utili destinate a aule, laboratori, e similari: 519.000 mq (pari a circa 72 campi da calcio); superfici esterne destinate a aree a verde, parcheggi, piazzali, ed altri spazi aperti: 1.000.000 mq; numero di aule: 2.558; numero di laboratori: 900; numero di palestre 89. è certo che comunque quando si tratta di sicurezza si deve continuare a mantenere sempre alta e costante l’attenzione e ad investire nel miglioramento quantitativo e qualitativo del patrimonio edilizio scolastico del territorio”.

Articolo pubblicato il 23 ottobre 2009 - © RIPRODUZIONE RISERVATA




Leggi tutti gli articoli sull'argomento

comments powered by Disqus