Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Face4Job, il social che fa tremare Linkedin
di Patrizia Penna

L’inventore è Alessio Romeo, siciliano. Il suo motto? “Se la fortuna non bussa, allora costruisci la porta!”. Dalla selezione ai colloqui, una piattaforma dove si incontrano domanda e offerta di lavoro

Tags: Face4Job, Alessio Romeo, Linkedin



PALERMO – La Sicilia del talento e del merito, quella che amiamo raccontare, colpisce ancora. Da un capitale iniziale di diecimila  ad un valore attuale stimato in cinque milioni di euro. Proprio niente male per Alessio Romeo, originario di Partinico e inventore di Face4Job, il nuovo social che ha rivoluzionato il modo di concepire l’incontro tra domanda e offerta di lavoro. Face4Job nasce come start-up ed è stata riconosciuta da subito nel registro speciale delle imprese per l’alto contenuto tecnologico ed innovativo.
Da semplice idea innovativa si è trasformata in realtà concreta grazie a 200mila euro di fondi comunitari.

Quando e come nasce l'idea di Face4Job?
“L’idea nasce nel 2012 quando, alla direzione esecutiva del R&D center di una società hi-tech americana/indiana che ho traghettato dalla fase di startup del 2009 a quella di pre-industrializzazione nei cinque anni a seguire, mi sono occupato anche molto di recruiting del personale per strutturare tutto lo staff richiesto, servendomi in prima persona dei portali già presenti online come pure i possibili partner terrestri intermediari che si occupano di ricerca e selezione a tutti i livelli. Tale processo l’ho affrontato a livello globale, coinvolgendo candidati da tutto il mondo, e quindi realizzando direttamente il grosso dispendio di tempo e risorse necessarie per delle fasi del processo di selezione indispensabili ma certamente ottimizzabili per vie digitali. Da qui l’idea di cominciare a studiare una piattaforma diversa ed innovativa che riproducesse le logiche degli incontri per step, facendo scuola dai Videocurriculum già di moda ma che, a mio avviso, utilizzavano un approccio totalmente errato: la presentazione spontanea e la non riservatezza, mentre in un colloquio di lavoro si è faccia a faccia con il selezionatore e si risponde a domande precise.L’aspetto relativo ai Talenti è maturato proprio dall’aver lavorato in una realtà hi-tech dove è la passione il motore dell’inventiva”.

Che rapporto hai con la tua terra? La Sicilia, cosa ti ha dato e cosa ti ha tolto. Che effetto ti fa “tornare”?
“La Sicilia è una terra magica: qualsiasi esperienza, rotta o traiettoria ti allontana dall’isola fisicamente, in realtà ti avvicina sempre di più con il cuore e con la mente, perché è proprio conoscere il mondo e differenti culture che ti fa comprendere veramente quello che magari, con tanta rabbia e apparente delusione, si è lasciato. Io ho fatto proprio una corsa contro il tempo per andarmene, laureandomi a 23 anni, e subito non pensando a null’altro che scappare verso altri lidi. Ho bruciato un po’ di tappe ma mi sono trovato a 30 anni all’apice di una carriera internazionale unica ma dall’altro sentire un vuoto totale dentro. Questo è ciò che ci differenzia a noi del Sud, essendo un po’ svantaggiati ma con una energia e determinazione dentro impareggiabile. La Sicilia non mi ha tolto nulla anzi mi ha aspettato e lo dimostra tutto l’affetto commovente che sto avendo dalla mia terra in questo periodo: è arrivato il momento di dare ed è un dovere provarci ora che forse ne ho la concreta possibilità. Per me tornare significa costruire, creare e condividere. Face4Job è nato in un momento in cui francamente non mi mancava nulla … interpreto come una chiamata per una mission sociale che voglio parta proprio dalla mia terra. Lo voglio con tutto me stesso!”

Qual è il messaggio che vorresti dare ai tanti giovani siciliani senza lavoro e sfiduciati? Pensi che ci sia ancora in Sicilia qualche possibilità per i talenti oppure la nostra è ormai una terra senza speranza?
“Il messaggio che mi sento di dare ai siciliani è quello di fare un rewind e fermarsi un attimo a pensare, guardare un minimo alla propria storia e cercando di scovare quello che maggiormente ci appassiona, che ci fa battere il cuore e che ci sogniamo la notte. In più abbiamo un’altra fortuna che non ha nessuno ed ancora, un po’ più al nord, non lo hanno capito: io vengo da Partinico, uno dei paesi del triangolo della mafia, ed ho vissuto situazioni da piccolo che sono diventate una corazza impenetrabile … cosa poteva spaventarmi? Niente e assolutamente nulla! Forte della mia formazione e passioni sono andato ed aperte tutte le possibili porte … la mia vita è un susseguirsi di sliding doors e coincidenze pazzesche mai pianificate … Se la fortuna non bussa allora costruite una porta! Oggi il lavoro c'è come dimostriamo noi in Face4Job ma bisogna comprendere ed accettare che non è più il lavoro dei ns genitori da Dipendenti ma è quello del futuro da Intraprendenti. Se, guardando alle ns competenze e talentuosità, riusciamo a sintonizzarci su questa nuova lunghezza d'onda allora è fatta per tutti ... soprattutto per noi del Sud che a voglia di riscatto non ci batte nessuno!”

Articolo pubblicato il 10 marzo 2015 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus
Alessio Romano
Alessio Romano