Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Sette aziende ospedaliere non hanno inviato i dati
di Maria Francesca Fisichella

I dati si riferiscono al 2008, dunque prima della riforma in Sicilia. Su nove Asl (adesso Asp) quattro rimangono in silenzio

Tags: Pa, Trasparenza



PALERMO - Riguardo alla Sicilia i dati parlano chiaro: se adempie da una parte, pecca dall’altro. In trasparenza, si intende. I dati del Ministero sono disponibili sul sito già dallo scorso 24 luglio 2009, accanto ad altri riguardanti oltre la sanità, pure scuola, università ed enti di ricerca e vigilanza (il tutto sotto un unico titolo, ovvero “Operazione trasparenza”). Nel frattempo, dal primo settembre 2009, per effetto della riforma sanitaria, le 29 aziende sanitarie ed ospedaliere si sono ridotte a 17, ma i dati sotto esame fanno riferimento al 2008. Questi confermano sette aziende ospedaliere siciliane tra quelle che hanno omesso la comunicazione (Ospedale Civili Riuniti (Sciacca -AG), Ospedale Civico e Benfratelli, Azienda Uni. Policlinico “P.Giaccone” - Pa, Ospedale S.Giovanni Di Dio -AG, AO Papardo Messina, Azienda Uni. Policlinico “G.Martino” - Me, Ospedale Umberto I - Sr) e 4 ex aziende sanitarie locali. Tra queste tre (Asl n. 4 Enna, AO Papardo Messina, Asl n.9 Trapani) risultano adempienti per lo meno avendo pubblicato i dati sull’homepage del sito web dell’amministrazione. Tra gli inadempienti rispetto alla comunicazione dovuta al ministero anche l’IRCCS Centro neurolesi “Bonino Pulejo”. Alla luce dei deficit di alcune aziende sanitarie, emerse dai risultati d’esercizio 2008, si può constatare anche che tra le amministrazioni con i conti in rosso ve ne sono proprio alcune tra quelle inadempienti rispetto ai dati dovuti all’Anagrafe delle prestazioni. Così l’Azienda sanitaria locale 4 (-15.288), l’Azienda sanitaria locale 1 (-11.906), l’ospedale Civico e Benfratelli (-36.551), l’Azienda Uni. Policlinico “G.Martino” - Me (-10.344) e l’Irccs Centro neurolesi “Bonino Pulejo” (-3.530).

Articolo pubblicato il 23 ottobre 2009 - © RIPRODUZIONE RISERVATA




Leggi tutti gli articoli sull'argomento
  • Trasparenza, Sicilia pecora nera -
    Consulenze. Obbligo di pubblicazione (D. lgs. 165/01).
    Anagrafe prestazioni. Il ministero Pubblica Amministrazione rende consultabili, per la prima volta, gli elenchi delle amministrazioni del comparto Sanità inadempienti.
    Corte dei Conti Sicilia. I magistrati contabili lamentano in Sanità l’assenza di adeguati strumenti di rilevazione dei dati, e la necessità di prestar fede alla buona regola dell’evidenza pubblica.
    (23 ottobre 2009)
  • Sette aziende ospedaliere non hanno inviato i dati -
    I dati si riferiscono al 2008, dunque prima della riforma in Sicilia. Su nove Asl (adesso Asp) quattro rimangono in silenzio
    (23 ottobre 2009)


comments powered by Disqus

´╗┐