Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Emersione capitali da non rifiutare
di Antonio Privitera

Procedura di Voluntary disclosure introdotta dalla legge 186/14 e spiegata nella circolare 10/E dell’Agenzia delle Entrate. Viene premiata la collaborazione con il Fisco spontanea, completa e veritiera

Tags: Agenzia Delle Entrate



La legge 15 dicembre 2014, n. 186, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 292 del 17 dicembre 2014 (di seguito legge), recante “Disposizioni in materia di emersione e rientro di capitali detenuti all’estero nonché del potenziamento della lotta all’evasione fiscale. Disposizioni in materia di autoriciclaggio”, risponde alla necessità di promuovere, attraverso l’adozione di una procedura straordinaria, la collaborazione volontaria del contribuente per consentirgli di riparare alle infedeltà dichiarative passate e porre le basi per un futuro rapporto col Fisco basato sulla reciproca fiducia.
Queste sono le testuali parole con cui si apre la premessa della circolare 10/E del 13 marzo 2015 dell’Agenzia delle Entrate. Dunque la procedura, distinguendosi da strumenti con analoghe finalità adottati in passato, costituisce una concreta possibilità per rientrare nella legalità.

Articolo pubblicato il 24 marzo 2015 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐