Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Leanza: “Il Por 2007-13 potenzierà il piano servizi”
di Luigi Ansaloni

L’assessore regionale ai Beni Culturali fa il punto sullo stato delle gallerie. La Regione lavorerà sulla sinergia fra pubblico e privato

Tags: Musei, Por 2007-2013, Lino Leanza



PALERMO -  Lino Leanza, assessore regionale ai Beni Culurali, fa il punto sul presente e sul futuro delle gallerie isolane, sulla base dei punti di forza e di debolezza dell’attuale sistema museale.
Nessuna delle gallerie censite prevede la prenotazione on line. Non trova che ciò rappresenti un’incongruenza?
“C’è tutto un sistema museale che va rivisto perché è stato abbondantemente superato. Noi stiamo pensando al biglietto unico e alla prenotazione on line. Tutto il Por 2007-2013 sarà impostato su questi temi”.

Ritiene che il turista sia realmente accompagnato lungo il percorso di visita al museo?
“Noi abbiamo dei musei straordinari, manca tutto ciò che riguarda l’accoglienza. Le parole d’ordine che noi utilizzeremo nei prossimi due/tre anni saranno: valorizzare, promuovere, fruire e gestire. Anche con l’aiuto dei privati, tutti questi servizi ci saranno”.

Attraverso quali iniziative  l’assessorato ha intenzione d’incrementare il piano servizi dei musei regionali?
“Attraverso la concessione, così come prevede il codice Urbani dei servizi aggiuntivi, attraverso in alcuni casi di gare in Project financing per la gestione complessiva dei siti, attraverso gli affidamenti a strutture in house della Regione. Ci siamo resi conto che così non può andare, e ci stiamo lavorando”.

Ritiene che ci sia una relazione fra un numero basso dei servizi attivati dalle gallerie e gli incassi delle stesse?
“Il calo c’è stato in tutta Italia e in Europa. Il problema fondamentale è che se non rendiamo accoglienti i musei  sia da punto di vista culturale e sia dei servizi , ovviamente, ci sarà un calo d’interesse. Dobbiamo ripartire dal ruolo didattico delle scuole per arrivare alle caffetterie, ai bookshop, tutto ciò che può invogliare il residente e il turista ad andare nelle gallerie siciliane che non sono seconde a nessuno”.

Nei capitoli di bilancio relativi ai musei regionali, ci sarà un incremento di spesa pubblica?
“Non c’è bisogno d’incrementare la spesa, nel senso che, tutti i nostri musei sono stati già restaurati. Penso all’Abatellis, al Bellomo e agli altri musei. Noi dobbiamo pensare solamente di coinvolgere il privato.Occore una maggiore sinergia pubblico- privato”.

Articolo pubblicato il 24 ottobre 2009 - © RIPRODUZIONE RISERVATA




Leggi tutti gli articoli sull'argomento
  • Musei siciliani, servizi “africani” -
    Musei. Servizi scadenti e crollo di visitatori.
    Prenotazione. Tutti i musei, sebbene abbiano e-mail di contatto e sito-internet informativo non prevedono il servizio di vendita on line dei biglietti, per 3 su 12 non è prevista nemmeno la prenotazione telefonica.
    Altri servizi. Sette gallerie su 12 non prevedono alcun servizio di visita guidata, cinque nessun percorso per i bambini. Ad esclusione del Museo Palazzo Riso, tutti gli altri, non hanno attivo il servizio di caffetteria
    (24 ottobre 2009)
  • Graduatorie. Bene Palazzo Riso, le altre gallerie arrancano - (24 ottobre 2009)
  • Turisti museali in calo e le casse “piangono” -
    Diminuzione degli introiti dalle biglietterie per le gallerie isolane. Dal 2007 al 2008 dati positivi solo per il Museo di Terrasini 
    (24 ottobre 2009)
  • Leanza: “Il Por 2007-13 potenzierà il piano servizi” -
    L’assessore regionale ai Beni Culturali fa il punto sullo stato delle gallerie. La Regione lavorerà sulla sinergia fra pubblico e privato
    (24 ottobre 2009)


comments powered by Disqus
Lino Leanza, assessore regionale ai Beni Culturali
Lino Leanza, assessore regionale ai Beni Culturali