Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Palermo - Troppi cantieri e traffico in tilt. Caos anche nel Venerdì Santo
di Gaspare Ingargiola

Periodo difficile per gli automobilisti a causa dei tanti lavori in corso in molte zone della città. Oggi la Polizia municipale sconsiglia ai guidatori di “passare dal centro storico”

Tags: Palermo, Traffico, Viabilità



PALERMO - Deviazioni obbligatorie, inversioni del senso di marcia, strade chiuse. E in aggiunta, ma solo per oggi, le oltre trenta processioni religiose organizzate dalle parrocchie per celebrare il Venerdì Santo, con la Polizia municipale che consiglia agli automobilisti di “non passare dal centro storico”.

A Palermo uno dei problemi principali resta sempre il traffico. Secondo il Tom Tom Traffic index 2014 il capoluogo siciliano è in testa alla classifica delle città più intasate d’Italia - davanti anche a metropoli come Roma, Milano e Napoli - e addirittura seconda al mondo fra le città con meno di 800 mila abitanti, dietro la polacca Lodz. Primati di cui non vantarsi.
In questo periodo, poi, la morsa della smog è diventata soffocante. Ogni giorno code chilometriche e automobilisti bloccati per ore dal porto a via Messina Marine passando per via Francesco Crispi, oltre che in via Roma, piazza Indipendenza, corso Calatafimi, viale Regione Siciliana, a Ciaculli e nelle strade attorno all’Ospedale dei Bambini. Per molti la responsabilità è delle grandi e piccole opere - dall’anello ferroviario al passante, dal tram al collettore fognario alla metanizzazione - che negli anni a venire daranno uno slancio di modernità alla città - almeno così auspica l’amministrazione - ma che per ora presentano le loro brave controindicazioni. E presto darà il suo “contributo” la chiusura di un tratto di corso Vittorio Emanuele per il restauro, non più rinviabile, di Porta Nuova.

Di recente si è fatta particolarmente critica la situazione al Foro Italico. L’apertura del cantiere per il collettore fognario ha creato un tappo che i tecnici del Settore Mobilità stanno cercando di eliminare istituendo il doppio senso di  marcia sulla carreggiata lato mare. Le auto provenienti dalla Cala o da Porta Felice possono proseguire la marcia sulla carreggiata lato monte oppure, attraverso un bypass, possono immettersi nella carreggiata lato mare, in direzione via Messina Marine, per poi eventualmente fare inversione di marcia in direzione Cala. Le auto che, invece, provengono da piazza Kalsa, allo sbocco nel Foro Umberto I avranno l’obbligo di svolta a destra, sempre in direzione di via Messina Marine. La sosta sulla carreggiata lato mare del Foro Italico è stata modificata temporaneamente con disposizione in parallelo e non ‘a spina di pesce’ come in atto finora.

ISOLE PEDONALI - Mercoledì piazza del Parlamento è diventata interamente pedonale al termine di un processo durato quasi sei mesi a causa delle resistenze di deputati e dipendenti dell’Ars. Era questa una delle richieste dell’Unesco per l’iscrizione dell’itinerario arabo-normanno di Palermo, Monreale e Cefalù nella World heritage list. Due ordinanze hanno istituito a piazza Sant’Anna, piazza Rivoluzione e piazza Magione aree parcheggio riservate, nelle ore notturne, ai residenti della zona. Entreranno in vigore dal 16 aprile e già da mercoledì i residenti possono richiedere il pass. Le aree di sosta veicolare saranno di due tipi: in alcuni stalli (tipologia A), dalle 8 (o in alcuni casi dalle 9.30) alle 20, la sosta sarà consentita a tutti con disco orario (60 minuti o 90 minuti), eccetto che ai residenti muniti di pass, mentre dalle 20 alle 8 (o alle 9.30) la sosta sarà vietata a tutti, tranne che ai residenti muniti di pass. Negli stalli di tipo B, invece, la sosta sarà inibita dalle 20 alle 9,30, anche in questo caso, tranne che per i residenti muniti di pass. Nel frattempo il Consiglio comunale discute le nuove pedonalizzazioni nell’ambito del Pgtu: le piazzette della Canna, Monteleone, Giuseppina Lanza e Borgese, via San Nicolò all’Albergheria e il prolungamento di via Principe di Belmonte, con la creazione di un corridoio pedonale che conduca i turisti delle crociere dal porto direttamente nel centro storico.

VENERDÌ SANTO - Oggi la situazione potrebbe farsi ancora più critica con l’inizio del Triduo Pasquale. Dalle 16 alle 24 saranno più di trenta le processioni previste in  tutti i quartieri cittadini, con particolare concentrazione in centro nelle ore pomeridiane. La Polizia Municipale consiglia ai conducenti “di individuare percorsi alternativi”.

Articolo pubblicato il 03 aprile 2015 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus