Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia  su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Catania - Il solarium di fronte al Nautico sarà aperto l’11 maggio
di Melania Tanteri

Non ci saranno i ritardi degli anni scorsi, già iniziati i lavori di realizzazione della struttura. Sul lungomare i primi effetti tangibili della politica dell’amministrazione Bianco

Tags: Catania, Lungomare, Enzo Bianco



CATANIA - Operai al lavoro per realizzare le piattaforme per i bagnanti. Da qualche giorno si lavora alla realizzazione del solarium del Lungomare, quello che ogni anno viene costruito di fronte l’Istituto Nautico, a Porto Ulisse. Stavolta, l’amministrazione sembra abbia deciso di muoversi con largo anticipo, avviando i lavori già all’inizio del mese di aprile, per scongiurare ritardi - come capitato negli ultimi anni - che, di fatto, hanno causato disagi alla popolazione, aprendo i battenti a stagione balneare iniziata, e anche da tempo.

Quest’anno, evidentemente, le cose saranno diverse, forse per “arredare” il Lungomare, in modo da renderlo più appetibile anche in occasione della “liberazione”, ovvero la chiusura al traffico dell’arteria, che il Comune da giugno scorso organizza ogni mese. Il solarium dovrebbe aprire i battenti il prossimo 11 maggio, quasi un mese prima dell’avvio della stagione. Insieme a quello di Ognina, l’amministrazione dovrebbe realizzare anche quello di piazza Europa e la passerella per disabili di San Giovanni Li Cuti.

Insomma, l’amministrazione sembra aver deciso di dedicarsi al Lungomare, non solo assecondando la parte di società civile che ne chiedeva la sottrazione al traffico e la restituzione alla cittadinanza, ma anche lavorando per migliorarlo nell’offerta e nel decoro. Potrebbe essere letta in questa chiave, infatti, anche l’aver sollecitato l’azione giudiziaria nei confronti dell’ex Lido Tribe Beach, va sicuramente letta in questa ottica la battaglia, avviata dalla passata amministrazione e portata a compimento con successo, contro la realizzazione di una sorta di centro commerciale a ridosso del borgo marinaro di San Giovanni Li Cuti, nell’ambito dei lavori per la realizzazione della viabilità di scorrimento Europa Rotolo.

Lo scorso gennaio, il commissario ad acta nominato dal Tar, Luigi Lucifora, ha annullato l’aggiudicazione dell’appalto all’Ati Immobiliare Alcalà, facendo venir meno la possibilità di realizzazione dell’appalto.

“Il completamento del viale Alcide De Gasperi - ha spiegato il sindaco Bianco - era stato ipotizzato durante la mia precedente sindacatura per rendere area pedonale il lungomare di Catania. vogliamo che le opere importanti per Catania vengano realizzate, ma senza stravolgere il territorio e nel rispetto delle regole. In particolare, poi, il completamento del viale Alcide De Gasperi rappresenta uno dei nostri obiettivi, tanto che l’abbiamo inserito nell’elenco delle opere prioritarie inviato al governo Renzi”.

Articolo pubblicato il 08 aprile 2015 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus