Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia è su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Dalla Commissione Ue apprezzamenti allÂ’Italia
di Redazione

Il vice presidente Dombrovskis: “Positiva accelerazione sulle riforme”

Tags: Valdis Dombrovskis, Pier Carlo Padoan



ROMA - “La Commissione europea apprezza che lo sforzo per le riforme in Italia abbia guadagnato velocità e da il benvenuto all’impegno a un’agenda di riforme dettagliata”. Lo ha scritto su Twitter il vice presidente della Commissione Ue, Valdis Dombrovskis, prima dell’incontro con il ministro Pier Carlo Padoan.

Come sottolineato dal numero due della Commissione, l’Italia deve fare i conti con “un debito molto alto, una produttività che cresce lentamente e troppi disoccupati”, ma “il Paese ha un programma di riforme ambizioso e siamo fiduciosi che raggiungerà i suoi obiettivi sia di bilancio che nelle riforme strutturali”.

I fondi del “bonus” indicati dal Governo italiano nel Def (1,6 miliardi circa come differenza tra il deficit programmato e quello tendenziale) possono essere usati, secondo Dombrovskis “per alcuni interventi prioritari. La cosa importante è che siano rispettati gli obiettivi di risanamento”.

"La Commissione - ha aggiunto il suo vice presidente - sostiene il Governo italiano e il suo impegno per l’aggiustamento di bilancio. Accogliamo favorevolmente l’impegno dell’Italia a rispettare le norme del Patto di stabilità, c’è una volontà e un impegno molto forte per attuare le riforme strutturali”.

Dombrovskis ha poi aggiunto che gli impegni presi dall’Italia sono in linea con le stime Ue. Ora si attendono le analisi sulle riforme contenute nel Programma nazionale di riforma, che miglioreranno il mercato del lavoro e affrontano tra le altre cose, anche il problema dell’istruzione. Per la Commissione Ue, insomma, l’Italia persegue un piano di riforme ambizioso e il vice presidente Dombrovskis è “convinto che il governo riuscirà a raggiungere gli obiettivi che porteranno beneficio agli italiani con una crescita più forte e la creazione di posti di lavoro”. L’importante, è comunque che il Paese prosegua con l’aggiustamento di bilancio in quanto “ci sono importanti misure alternative per ridurre il deficit con la riduzione della spesa, che penso sia una base per raggiungere gli obiettivi concordati”.

Soddisfatto per l’analisi fatta dalla Commissione Ue il ministro dell’Economia del Governo Renzi, Pier Carlo Padoan: “Il vicepresidente e lo staff della Commissione Ue – ha affermato - si riservano di entrare nei dettagli della valutazione del Def con le stime di primavera che arriveranno tra qualche settimana, ma c'è una forte identità di vedute e di valutazione dell'azione del governo verso una prospettiva di crescita più sostenuta”.

Articolo pubblicato il 14 aprile 2015 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus