Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia è su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

In risalita il numero e lÂ’importo dei mutui richiesti dai siciliani
di Oriana Sipala

I primi tre mesi del 2015 all’analisi della Centrale rischi di intermediazione finanziaria che monitora la domanda di credito. Ad Agrigento i prestiti personali si aggirano intorno ai 12.239 €, rispetto agli 11 mila € della media

Tags: Mutuo, Mercato Immobiliare, Prestito, Credito



PALERMO - Le famiglie italiane sembrano aver recuperato, negli ultimi mesi, una certa fiducia nei confronti del mercato, vista l’impennata di prestiti richiesti nel I trimestre 2015. A rilevarlo è il Barometro Crif (Centrale rischi di intermediazione finanziari), che periodicamente monitora la domanda di credito da parte dei consumatori.

In particolare, nei primi tre mesi dell’anno in corso, a livello nazionale, si è registrato un aumento significativo sia dei prestiti finalizzati all’acquisto di beni e servizi (come ad esempio auto, arredo, elettrodomestici, ecc), che sono cresciuti dell’8,9% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, sia dei prestiti personali, che hanno registrato un incremento del 6,6%. Anche i mutui, infine, hanno registrato un aumento record, pari al 37,5%.

L’atteggiamento di prudenza delle famiglie italiane, però, si riscontra nell’importo medio richiesto, che risulta in calo rispetto al 2014. L’aggregato dei prestiti finalizzati e dei prestiti personali, infatti, si è attestato su una media di 7.724 euro, contro gli 8.039 del 2014. L’importo medio dei mutui si è invece fermato a 123.333 euro.

La Sicilia  è in tendenza con l’andamento nazionale, anche se gli incrementi qui registrati risultano essere più contenuti. I prestiti finalizzati, infatti, sono cresciuti del 5,9% (contro un dato nazionale pari a +8,9%). A livello territoriale, tutte le province hanno registrato variazioni positive, con Ragusa in testa, dove l’incremento è stato del 15,4%. Seguono Messina (+9,6%), Siracusa e Trapani (+6,1%). A Palermo e Catania, invece, l’aumento delle richieste è stato pari rispettivamente al 4,8% e al 4,9%.

L’importo medio richiesto, a differenza del trend nazionale, è invece aumentato del 7,6% rispetto al 2014, attestandosi a 3.934 euro. La provincia col minore importo medio è Palermo (3.518 euro), seguita da Catania, Enna e Trapani, dove, al pari del capoluogo, non si superano i 4 mila euro. Gli importi più rilevanti, invece, si hanno a Ragusa (4.700 euro), Messina (4.591 euro) e Caltanissetta (4.273 euro).

Quanto ai prestiti personali, nell’Isola la crescita è stata del 3,6%, con incrementi significativi a Siracusa (+9,5%), Catania (+8,5%) e Ragusa (+7%). Alcune province, però, hanno registrato delle contrazioni: a Enna, in particolare, il calo è stato del 13,1%, mentre a Trapani e ad Agrigento la flessione è pari all’1%.

In termini di importo medio, invece, quello più rilevante si è registrato ad Agrigento, dove i prestiti personali si aggirano intorno ai 12.239 euro. In tutte le altre province l’importo medio supera gli 11 mila euro; fa eccezione solamente Catania, con i suoi 10.635 euro.

Anche nel caso dei mutui, la nostra Isola ha registrato un aumento più contenuto rispetto a quello nazionale, pari a +24,8%. Solo nella provincia di Siracusa si rilevano cifre di gran lunga superiori al dato nazionale: nel territorio aretuseo, infatti, l’aumento della richiesta dei mutui da parte delle famiglie si è attestato, nei primi tre mesi dell’anno, al 54,2%.
Seguono Catania, Messina e Palermo, con incrementi pari rispettivamente a 36,4%, 30,3% e 20,2%.  La provincia di Enna, invece, è l’unica in cui si è registrato un calo, pari al 5,5%.

Come per il caso dei prestiti finalizzati, inoltre, anche per i mutui si registra, in termini di importo medio richiesto, la tendenza inversa rispetto a quella nazionale. Mentre in Italia l’importo medio è sceso, nella nostra Isola è invece aumentato del 27,5%. Numeri più che doppi si riscontrano a Siracusa, dove l’impennata è del 64,4%, ma anche a Messina il trend è particolarmente positivo (+39,4%).

L’importo medio dei mutui richiesti in Sicilia, inoltre, è pari a 111.074 euro, mentre Palermo è la provincia con l’importo medio più consistente (119.364 euro). A Catania e Messina si va oltre i 117 mila euro, mentre a Ragusa si parla di 105.446 euro e a Siracusa di quasi 102 mila euro. Sotto i 100 mila euro, infine, si attesta l’importo medio delle province di Trapani, Agrigento, Enna e Caltanissetta. Numeri molto significativi, questi, che suggeriscono una maggiore stabilità economica delle famiglie siciliane, e quindi anche un’aumentata capacità di affrontare spese straordinarie, che in tempi di crisi venivano perlopiù rinviate.

Articolo pubblicato il 15 aprile 2015 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus