Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Muos, Cga conferma sospensiva Tar. Resta lo stop al radar UsaNavy
di Redazione

La richiesta era stata avanzata dall’avvocato dello Stato. L’udienza di merito già fissata per l’8 luglio. “Il sequestro disposto dal giudice penale rende non modificabile la situazione”

Tags: Muos, Nomuos, Niscemi



PALERMO - Il Consiglio di giustizia amministrativa (Cga) di Palermo ha rigettato la sospensiva della sentenza del Tar che il 13 febbraio scorso ha bloccato i lavori del Muos, l’impianto satellitare della Marina militare statunitense in costruzione in contrada Ulmo a Niscemi (Caltanissetta). La richiesta era stata avanzata dall’Avvocatura dello Stato. L’udienza nel merito era stata già fissata per il prossimo 8 luglio davanti al Cga.

Nell’ordinanza del collegio, presieduto da Raffaele Maria De Lipsis, si legge che “le numerose e articolate questioni, di fatto e di diritto, al centro del ricorso, necessitano di un approfondito e sollecito esame nel merito”, nell’udienza pubblica dell’8 luglio prossimo. “A fronte degli ultimi accertamenti tecnici - si legge ancora - effettuati nel corso del 2014, l’integrazione delle verifiche disposte nel giudizio di primo grado del Tar, il pregiudizio allegato dalla difesa appellante non appare attuale. Anche nella stessa prospettiva del Ministero, il sequestro preventivo frattanto disposto dal giudice penale - cui è riservata la concreta definizione dei puntuali poteri di conservazione, che spettano al custode, in relazione alla natura del bene in oggetto - rende, allo stato, provvisoriamente non modificabile la situazione”.

“Un altro piccolo, ma importante passo verso la vittoria di una battaglia che ormai vede schierati da un lato i cittadini, dall’altro le istituzioni sorde ed incapaci” Il gruppo parlamentare del Movimento 5 stelle all’Ars accoglie con grande soddisfazione il pronunciamento del Cga. “Resta lo stop - dice Giampiero Trizzino, presidente della commissione Ambiente - per l’impianto satellitare, a dimostrazione che quello che diciamo da tempo ha enorme fondamento. Restiamo in attesa dell’udienza dell’8 luglio, sempre più fiduciosi”.

Sulla stessa lunghezza d’onda Legambiente, il cui legale, Nicola Giudice, esprime soddisfazione: “Ritengo di fondamentale importanza il fatto che lo stesso Cga abbia contestualmente respinto l’istanza cautelare ritenendo non sussistente alcun elemento di pregiudizio, anche alla luce degli accertamenti tecnici effettuati nel 2014”.

Articolo pubblicato il 18 aprile 2015 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus