Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Lavoro, trovare riscontro dipende anche dal modo di presentarsi
di Margherita Montalto

Dal Ministero suggerimenti per una ricerca mirata sia sul web che sulle pagine di annunci. Informarsi in anticipo sull’azienda può dare maggiori possibilità di successo

Tags: Lavoro



CATANIA - Aumenta la disoccupazione e dopo il conseguimento del diploma o della laurea o per quanti hanno perso il lavoro trovarlo è difficile.

Il ministero del Lavoro indica sul sito istituzionale http://www.lavoro.gov.it/ suggerimenti relativi all’incontro tra domanda e offerta di lavoro per favorire una maggiore efficienza del mercato del lavoro all’interno del quale cittadini, lavoratori, disoccupati, persone in cerca di occupazione, soggetti autorizzati o accreditati e datori di lavoro possano incontrarsi.

Con il processo di riforma dei servizi per l’impiego, avviato con il DL 469/97, insieme al decentramento alle amministrazioni regionali e provinciali delle competenze e della gestione del collocamento e in coerenza anche con gli indirizzi comunitari, ha ridisegnato i servizi di incontro domanda/offerta di lavoro, trasformando le strutture tradizionali in una rete territoriale per l’occupazione.

Le modalità tradizionali consistono nella ricerca sulle pagine dei quotidiani che pubblicano svariati annunci di lavoro. Dietro ogni annuncio a volte si cela un inganno: lavoro in nero. Sappiamo che l’urgenza economica, pur di fare esperienza per i giovani, porta ad “accettare” queste “modalità di contratto”. Il lavoro nero o irregolare, come sempre sottolineato dalla Guardia di Finanza, deve essere contrastato non solo perché rappresenta un’evasione fiscale, ma danneggia anche il lavoratore che non può godere dei diritti retributivi a norma di legge e di tutto ciò che comporta un contratto regolare. Pertanto a chi cerca lavoro va rivolta una particolare raccomandazione: attenzione a chi promette guadagni facili e immediati.

Come cercare lavoro, come presentarsi? Le modalità che si usano nei rapporti di amicizia non è criterio professionale nella presentazione di una richiesta di lavoro in banca o in aziende che richiedono determinati requisiti, pertanto è indispensabile curare il proprio profilo, la propria immagine, la formula del curriculum viate.

Per aumentare la possibilità che la richiesta sia presa in considerazione informarsi sull’azienda che si cerca per avere maggiore possibilità di promuovere il curriculum. L’interesse per una particolare azienda il cui sistema di lavoro fa al caso, agevola il modo di proporsi e se il candidato è in grado di convincerla che è la persona che sta cercando è un passo avanti.

Le nuove soluzioni di cerco/offro lavoro orientano sul Web che fornisce molte opportunità sul tipo di lavoro che si cerca. Differenti sono le strade da scegliere: curare e aumentare il proprio network, cercare sui portali istituzionali come Comuni, Regioni, Provincie che si occupano di servizi pubblici per il lavoro, cercare sui siti aziendali.

Il limite del riscontro tra chi cerca lavoro e chi lo offre dipende quindi dalle impostazioni, da come si valutano le opportunità e da come ci si propone. Esistono e funzionano migliaia di opportunità e non saperle sfruttare fa perdere occasioni.

Un canale utile è il portale di recruiting attraverso cui grandi aziende anche a livello nazionale e internazionale organizzano una vetrina di offerta e domanda di lavoro. Il recruiting, che negli ultimi anni sta avendo un incremento enorme, consente alle aziende di selezionare i candidati attraverso il servizio online. Con l’uso di database, di tecnologie e bacheche per annunci lavorativi e motori di ricerca, i datori di lavoro possono inserire inserzioni con tempestività e quindi più facile recepire l’offerta.
 

 
Cv, la carta d’indentità del candidato
 
Quando si cerca lavoro occorre prestare attenzione ad alcuni passaggi. Innanzitutto non sentirsi scoraggiati se inoltrando il cv non si trova immediato riscontro e tantomeno essere ossessionati dall’inoltrarlo. Questi due atteggiamenti portano a disperdere energie e qualora si fosse reclutati si rischia di optare per un lavoro di basso livello rispetto alle proprie qualifiche.
Avere le idee chiare nel compilare il CV e sapere cosa si vuole fare, quali obiettivi si vogliono raggiungere, per quale tipo di lavoro si intende candidarsi, per quale azienda, quale ruolo si vuole avere.
Il curriculum è la carta d’identità del candidato, è la presentazione del percorso formativo e lavorativo, delle capacità, degli interessi e non può essere reso banale, anzi deve ispirare fiducia, competenza e serietà. Quindi evitare di presentare un curriculum approssimativo e tantomeno biografico; deve essere dettagliato, chiaro, sintetico e modello Europeo, quello più riconosciuto. Estetica anche per il CV. Puntare sul colpo d’occhio così per l’azienda è più facile selezionarlo fra 100.

Articolo pubblicato il 07 maggio 2015 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus