Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Palermo - La cultura diventa protagonista
di Gaspare Ingargiola

Associazioni, Enti pubblici e soggetti privati insieme per la valorizzazione turistica del capoluogo. Il sindaco Orlando e l’assessore Cusumano: “Un appuntamento tra i più seguiti”

Tags: Palermo, Cultura, Leoluca Orlando



PALERMO - Sette giorni di eventi in tutta la città fra musica e pittura, architettura, fotografia e teatro. Da domani al 17 maggio torna a Palermo la “Settimana delle culture”. L’edizione 2015, la quarta in tre anni, presenta in cartellone oltre 120 eventi culturali sparsi per tutta la città: presentazioni di libri, mostre, concerti, spettacoli teatrali, incontri culturali, visite guidate, attività per bambini, sport. A promuoverla, come sempre, il comitato di volontari presieduto da Gabriella Renier Filippone, che quest’anno ha cambiato denominazione e natura giuridica, trasformandosi nell’”Associazione Settimana delle culture”, che oggi può contare sulla partecipazione di partner pubblici e privati. L’associazione agisce a titolo gratuito e tutti gli eventi sono autoprodotti dai singoli organizzatori.

Si parte domani alle 11 con l’inaugurazione al Real Albergo dei Poveri in corso Calatafimi. Dopo la presentazione della Filippone, la manifestazione sarà aperta ufficialmente dalla Fanfara dei Carabinieri e dalla Corale San Sebastiano della Polizia municipale. Prima e dopo l’inaugurazione ufficiale, la prima giornata sarà ricca di eventi: il mini corso di camminata nordica a Villa Niscemi alle 9; la mostra fotografica “Palermo scrigno di storia - Itinerario fotografico dell’architettura arabo-normanna” a Palazzo Alliata di Villafranca in piazza Bologni; la visita guidata per bambini con partenza alle 10 da Palazzo delle Aquile, dal titolo “Palermo è bella - A passeggio coi bambini raccontando la città”. Ancora, dalle 10 alle 22 il caffè letterario del Teatro Massimo accoglie gli “Editori allo scoperto” fra reading, presentazioni, conversazioni letterarie e opere d’arte della galleria Bobez. E dalle 10,30 alle 12 a Palazzo Chiaramonte Steri c’è “La strega vien di giorno”, visita guidata alle Carceri dell’Inquisizione. Di pomeriggio, alle 16 all’orto Botanico inaugurazione dell’installazione “Paesaggi isolani Cappelli in fiore”, a cura di Maria Elena Marani e Giannino Tufano. Alle 17, nell’Auditorium Marcello Puglisi della Chiesa Mater Ecclesiae, andrà in scena lo spettacolo teatrale per ragazzi “Il Fantasma di Canterville”, adattamento del classico di Oscar Wilde, a cura del Teatro del Mediterraneo. Tutto questo solo per il primo giorno.

Anche Palazzo Sant’Elia ospiterà quattro mostre: i dipinti di “Fuori dall’ombra 2”, le fotografie di “Lo sguardo e la luce 2015”, le incisioni di “10 incisori a Palazzo Sant’Elia”; i disegni di personaggi illustri ospiti al Grand Hotel des Palmes di Palermo “Nel segno della memoria”. In tutto ci saranno 29 mostre fra fotografiche e di pittura, 17 conferenze o convegni, 15 concerti, 14 visite guidate, 13 fra spettacoli e performance teatrali, 8 presentazioni di libri, 9 itinerari culturali o passeggiate letterarie nei luoghi della città, 7 proiezioni di film. E ancora, spettacoli di pupi siciliani, cibo di strada, artigianato, eventi per ragazzi, dimostrazioni e arti varie.

Anche il Ministero dei Beni culturali darà il suo contributo con due eventi scientifici presso l’Archivio di Stato di Palermo. Da quest’anno, inoltre, in cartellone ci sono alcuni eventi fuori programma. Il 19 maggio alle  21, al Teatro Al Massimo, c’è Musicalesque con Daria Biancardi. Il 27 maggio alle 9.30, nei locali della Biblioteca centrale della Regione Siciliana, è in programma “1960-1980: vent’anni di neoavanguardia a Palermo. Dal Gruppo ‘63 all’Antigruppo e oltre”. Il 30 maggio alle 11, a Villa Niscemi, si terrà l’edizione 2015 del Premio Giotto Maimeri.

Domenica 31 maggio, infine, la Settimana si sposta a Capo d’Orlando, in provincia di Messina, per la “Giornata a Villa Piccolo”, con visita guidata alla casa museo e al parco alla scoperta dei luoghi in cui vissero il poeta Lucio Piccolo, il pittore Casimiro Piccolo e l’esperta in botanica Agata Giovanna Piccolo.

“La Settimana delle Culture – hanno sottolineato il sindaco Leoluca Orlando e l’assessore alla Cultura, Andrea Cusumano - è ormai diventata uno degli appuntamenti più rappresentativi e seguiti in città per l’enorme quantità di manifestazioni ed eventi, spontaneamente proposti da cittadini, in programma”.

Articolo pubblicato il 09 maggio 2015 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus
Leoluca Orlando
Leoluca Orlando