Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Notte dei Musei, sabato la Sicilia si mette in mostra
di Redazione

Eventi interessanti nelle principali strutture, previsti ingressi gratuiti o a tariffe agevolate. A Catania spettacolo anche in centro con gli artisti di strada e l’Autobooks

Tags: Notte Dei Musei



PALERMO – Le città siciliane si preparano per la Notte dei Musei, il grande evento europeo che si svolgerà sabato con aperture straordinarie, ingressi gratuiti ed eventi. La manifestazione, nata in Francia (nuitdesmusees.culturecommunication.gouv.fr) e poi esportata in tutti i paesi europei, è ormai un appuntamento tradizionale che anche quest'anno offre occasioni particolarmente interessanti in tutta l'Isola.

La grande notte catanese comincia alle 19 per chiudersi a mezzanotte. Nel capoluogo enteo è previsto l'accesso gratuito alle Terme Achilliane, Palazzo della Cultura, Archivio Storico Comunale e alla Biblioteca Ursino Recupero, mentre l'ingresso a pagamento con tariffa agevolata varrà per il Castello Ursino (attualmente si può anche ammirare la mostra “Picasso e le sue passioni” che ospita 200 opere tra vasi, piatti, brocche, mattonelle, lavori su carta dell'artista), per il Museo Belliniano, per il Museo Emilio Greco e per la Chiesa monumentale di San Nicolò l'Arena, dove l'associazione “Officine culturale” organizzerà le visite guidate. 
 
Aperto anche il Museo Tattile “Borges” dalle ore 18 alle ore 2 con la possibilità di visitare lo splendido showroom “Frammenti di Luce”, vivere l'esperienza del Bar al Buio e del Giardino Sensoriale. Il centro storico si colorerà con le animazioni degli artisti di strada che daranno vita a Subitaneaque, uno spettacolo che vedrà gli attori improvvisare, sulla base di un canovaccio, seguendo le tracce date dal pubblico e intervallare il tutto con spettacoli musicali ed esibizioni circensi. In piazza Università stazionerà Autobooks, la libreria itinerante della città costruita all'interno di un bus. In programma anche concerti, passeggiate culturali, mostre.

Anche Palermo è in prima linea. Nel capoluogo aperti fino a mezzanotte con ingresso libero la Galleria d’Arte Moderna, il Museo Pitrè (nella foto a fianco un interno), il Palazzo della Zisa, l’Ecomuseo del mare a Sant’Erasmo. Non mancheranno le visite guidate gratuite alle 19 e alle 22. Ma gli eventi non si fermano qui, perché fino al 31 maggio nell'ambito della I edizione di “Ballarò di Primavera 2015”, promossa e organizzata dal comitato civico “Ballarò significa Palermo”, è possibile visitare, con itinerari guidati, 20 monumenti del centro storico acquistando nei luoghi della manifestazione la card “Sicilia Passpartout” che costerà 16 euro, garantisce l'accesso gratuito a quattro siti, l'accesso ad un prezzo ridotto a tutti gli altri, e dà diritto ad una degustazione enogastronomica.

Anche Agrigento si mette l'abito buono per la grande notte europea ospitando la manifestazione “Notte ad Agrigentum”, presso il Quartiere Ellenistico Romano. L'evento prevede una conferenza della docente Antonella Burgio che illustrerà i caratteri della città romana nella lectio magistralis dal titolo “Dalla parte degli Agrigentini: Cicerone ad Agrigentum” alla quale seguirà una rappresentazione teatrale di Enzo Gambino.

Altre visite guidate nel vasto cartellone siciliano della notte – alcuni delle quali si possono trovare sulla pagina dell'assessorato dei Beni culturali della Regione – comprendono il museo regionale di Kamarina, in provincia di Ragusa, il Convento della Croce (foto in basso), il Museo del Campanile, il Museo del Costume, nel comune di Scicli.

Articolo pubblicato il 14 maggio 2015 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus