Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Maurizio Dipietro (centrodestra) sindaco di Enna
di Redazione

In corso gli scrutini nei 13 comuni siciliani al voto. A Bronte il nuovo sindaco è Graziano Calanna. Al Movimento 5 Stelle il comune di Augusta. A Marsala vince il democratico Alberto Di Girolamo

Tags: Elezioni, Comunali, Enna, Bronte



PALERMO (askanews) - Sono in corso in Sicilia gli scrutini del turno di ballottaggio nei 13 centri chiamati al voto per il rinnovo delle amministrazioni comunali.
 
Dipietro sindaco di Enna con il 51,89%. Battuto Mirello Crisafulli del centrosinistra fermo al 48,11%

Maurizio Dipietro è il nuovo sindaco di Enna. Il candidato di centrodestra, sostenuto da 4 liste civiche ha raccolto il 51,89% di preferenze, battendo il candidato di centrosinistra Mirello Crisafulli, fermatosi al 48,11%. Per Dipietro hanno votato 7.425 persone, per Crisafulli 6.885.
 

 
A Bronte il Pd festeggia la vittoria di Graziano Calanna. Un risultato frutto della competenza e dell'energia messa in campo dal candidato, e del progetto innovativo e convincete del Partito Democratico e del centrosinistra unito" commenta così Anthony Barbagallo, parlamentare regionale siciliano del Pd quando mancano ormai poche sezioni alla conclusione dello spoglio delle schede elettorali.

"Al mio amico Graziano Calanna porgo un augurio affettuoso e sincero di buon lavoro, sono certo - ha concluso Barbagallo - che sarà un grande sindaco e saprà spendere ogni migliore energia per Bronte e per il territorio".
 

 
Al Movimento 5 Stelle il comune di Augusta
 
Ad Augusta, in provincia di Siracusa, il Movimento 5 Stelle fa il pieno di voti e si assicura la poltrona di sindaco, con Maria Concetta Di Pietro.

Alla candidata pentastellata, infatti, dopo 31 sezioni scrutinate su 41, è andato il 75,01% delle preferenze. Solo il 24,99% invece per il rivale Domenico Paci, sostenuto da cinque liste civiche.
 

 
A Marsala vince il democratico Alberto Di Girolamo

Il candidato di centrosinistra Alberto Di Girolamo è il nuovo sindaco di Marsala. Dopo 64 sezioni scrutinate su 80, infatti, Di Girolamo ha già il 67,74% di preferenze. Il suo concorrente di centrodestra, Massimo Grillo, è fermo al 32,26%.

"E' stato fatto uno straordinario lavoro di squadra, con entusiasmo e competenza abbiamo sfidato avversari politici e, a volte, anche `fuoco amico'. Ma alla fine abbiamo raggiunto un risultato che premia la proposta di innovazione e la voglia di cambiamento", ha detto Baldo Gucciardi, presidente del gruppo Pd all'Ars.

"Ad Alberto Di Girolamo vanno i miei più sinceri auguri di buon lavoro - ha concluso Gucciardi - con lui il Partito democratico ha messo in campo un progetto ambizioso: adesso è il momento di lasciare alle spalle le tensioni della campagna elettorale e lavorare concretamente per il rilancio della città".
 

 
Il nuovo sindaco di Gela è Domenico Messinese (M5s)

Il candidato del Movimento 5 Stelle, Domenico Messinese, è il nuovo sindaco di Gela. Dopo 69 sezioni scrutinate su 71, infatti, Messinese ha raccolto il 64,58% dei voti. Il suo rivale, il sindaco uscente Angelo Fasulo, sostenuto dal Pd e altre tre liste, tra cui il Megafono del presidente della Regione.
 

 
Giovanni Formica (Pd) sindaco a Milazzo

Il candidato di centrosinistra Giovanni Formica è il nuovo sindaco di Milazzo, in provincia di Messina, con il 62,17% di preferenze. Il suo rivale, Carmelo Pino, si è fermato al 37,83% di voti.

"La soddisfazione per la vittoria di Giovanni Formica a Milazzo è grande: questo risultato premia un progetto di cambiamento in sintonia con i cittadini e fa giustizia delle tante polemiche strumentali che si sono sviluppate nel corso della campagna elettorale, anche all'interno del PD di Messina", ha detto Filippo Panarello, parlamentare regionale del PD.

Articolo pubblicato il 15 giugno 2015 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus