Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Per il piano trasporti dibattito pubblico
di Giovanna Naccari

Ars, consuntivo dei lavori delle commissioni in settimana. La proposta dell’assessore Giovanni Pizzo

Tags: Trasporti, Sicilia, Regione Siciliana, Giovanni Pizzo



Palermo – Una consultazione pubblica per ridisegnare il sistema dei trasporti in Sicilia. La proposta è stata lanciata dall’assessore regionale alle Infrastrutture e mobilità, Giovanni Pizzo, in commissione Ambiente e territorio all’Ars. I deputati mercoledì hanno discusso dei servizi urbani ed extraurbani e in particolare delle aziende di trasporto con conducente.

“L’argomento è complesso perché deve definire le linee del piano trasporti a cui stiamo lavorando - ha detto Pizzo - serve un dibattito che coinvolga il governo, la commissione dell’Ars, esperti ed associazioni di categoria. Da questo può nascere un modello da pensare, per arrivare alla fase legislativa”.

Intanto sono chiusi i termini per il bando della Regione destinato a raccogliere la domanda di trasporto pubblico locale per la riforma del settore. Una rivisitazione che, per l’assessore, “non può non tenere in considerazione le nuove esigenze di movimento rappresentate dal nuovo pendolarismo anche per la presenza di flussi migratori”.

Antonio Graffagnini, presidente dell’Anav Sicilia, l’associazione autotrasporto viaggiatori, ha segnalato “il percorso avviato con la Regione per la riforma del settore e per i servizi minimi”. Ed ha ricordato che “a novembre scadono i contratti di servizio”. La forza lavoro è rappresentata da 1.500 persone.

La commissione Ambiente e territorio ha rinviato alla prossima settimana la votazione del disegno di legge 838 che riguarda l’accelerazione della spesa comunitaria nei lavori pubblici.

Il personale infermieristico e di supporto è al centro dell’attenzione dell’assessorato alla Salute. Così ha riferito l’assessore Lucia Borsellino, in commissione Servizi sociali e sanitari, nell’audizione con il coordinamento regionale Ipasvi. Nella seduta si è discusso della necessità di potenziare queste figure e dell’inserimento dell’infermiere pediatrico nelle piante organiche degli ospedali.

Articolo pubblicato il 20 giugno 2015 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus