Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Mezza Regione di fatto commissariata
di Rosario Battiato

Le mani di Renzi su depurazione, sistema idrico integrato, rifiuti, bonifiche dei siti contaminati e rischio idrogeologico. Fondi non spesi, Piani approvati in ritardo, sanzioni Ue. A che serve Crocetta?

Tags: Regione Sicilia, Rosario Crocetta, Matteo Renzi



PALERMO – La volontà dell'esecutivo nazionale di depotenziare la Regione siciliana non è necessariamente una deriva accentratrice. Potrebbe anche rappresentare una buona occasione per osservare un battito di vita in un ente che si è sempre contraddistinto per i suoi movimenti pachidermici. Una costante che nemmeno Crocetta è riuscito a invertire.
Ci prova allora il governo nazionale. Dalla depurazione, che ha visto già arrivare i primi commissariamenti, al sistema idrico integrato, che potrebbe diventare “romano” già a ottobre, passando per le opere con il commissario del ministero delle Infrastrutture che ha consegnato in questa settimana il cronoprogramma per il viadotto Himera alla Protezione civile nazionale.
Non si esclude nemmeno un'entrata a gamba tesa sul sistema dei rifiuti, una minaccia che risale alle scorso dicembre in risposta alle richieste di poteri speciali che arrivavano da Palermo.

Articolo pubblicato il 26 giugno 2015 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐