Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Giovanni Pistorio assessore alla Funzione Pubblica
di Raffaella Pessina

Segretario regionale Udc, sostituisce il dimissionario Ettore Leotta. La nomina di Crocetta ha suscitato qualche polemica

Tags: Ars, Ettore Leotta, Province, Giovanni Pistorio, Rosario Crocetta



PALERMO - Cambia un altro assessore alla Regione. Su proposta dell’Udc e con la condivisione delle forze di maggioranza, il presidente della Regione siciliana Rosario Crocetta, ha nominato Giovanni Pistorio, segretario regionale dell’Udc, assessore alla Funzione Pubblica e alle Autonomie Locali, in sostituzione di Ettore Leotta, che due giorni fa ha rassegnato le dimissioni. E così si perpetua la tendenza a rinnovare, seppure parzialmente l’esecutivo di Crocetta, ma che mai diventa un vero e proprio rimpasto. Ed anche questa volta il Presidente si affretta a sottolineare come questa sostituzione “non costituisce, come chiedono anche le forze alleate, un rimpasto generalizzato, poiché si ritiene che la stabilità del governo in questa fase di rilancio della politica delle riforme, sia totalmente indispensabile”.

In una nota, Crocetta rileva come “la nomina sia perfettamente funzionale al progetto di riforme che il governo ha proposto al Parlamento, con particolare riferimento all’emergenza dell’approvazione della legge sui liberi consorzi e le città metropolitane. Da sempre Pistorio -dice il presidente- ha condiviso l’impostazione del presidente di dare autonomia ai sindaci e alle città, sposando appieno la linea di decentramento che sia il governo, sia le forze che lo sostengono vogliono portare avanti”. Positivo il commento del segretario regionale del Pd Fausto Raciti: “La maggioranza ha di fronte a sè sfide importanti – ha detto Raciti - e tutte le componenti, ad iniziare da Pd e Udc, sono chiamate al massimo della responsabilità. Esprimiamo un sincero ringraziamento all’assessore uscente Ettore Leotta, per l’impegno e la competenza dimostra durante la sua esperienza di governo”.
 
Una critica decisa invece quella di Marco Falcone, capogruppo di Forza Italia all’Ars. “Non possiamo non constatare che, con quest’altro inserimento, Crocetta consuma l’ulteriore piroetta politica, smascherando definitivamente la sua annunciata, falsa e ipocrita rivoluzione”. Falcone inoltre esprime solidarietà ad Antonello Cracolici che “avrebbe meritato migliori fortune indossando la maglia assessoriale”. Il tutto con buona pace per lo scalpitante Ferrandelli”, ha concluso Falcone.
 
Pistorio è il 34mo assessore in ordine di tempo che si avvicenda nell’esecutivo Crocetta in poco più di due anni. Una giunta che ha contemplato artisti e scienziati famosi (Franco Battiato al Turismo e Antonino Zichichi ai Beni culturali), ex segretarie (Michela Stancheris). E poi Piergiorgio Gerratana, assessore di 30 anni, rimasto in carica solo un mese. L’avvocato Antonio Fiumefreddo, invece, dopo la designazione non si è neppure insediato. Marcella Castronovo, dirigente della presidenza del Consiglio dei Ministri, che si è dimessa quasi subito.
 
Una curiosità: Totò Cuffaro, precedente presidente della Regione ha cambiato 15 assessori durante la sua prima esperienza da presidente, durata cinque anni, appena 13 nella seconda che non raggiunse i due anni. Raffaele Lombardo fece alternare 20 assessori nei primi due anni della sua gestione.

Articolo pubblicato il 27 giugno 2015 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus
Giovanni Pistorio
Giovanni Pistorio