Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Cambiare le città con il Paes
di Stefania Zaccaria

Piano d’azione per l’energia sostenibile al centro dell’Assise annuale degli Ingegneri

Tags: Paes, Giuseppe Maria Margiotta, Energia, Energia Sostenibile, Efficienza Energetica, Enea



RAGUSA - Una tre giorni dedicata alle tematiche energetiche e un convegno sulla sostenibilità e sull’esperienza dei Paes. Sono queste le iniziative, svolte nei giorni 25, 26 e 27 giugno, per l’annuale Assise della Consulta degli Ordini degli Ingegneri della Sicilia, a cura dell’Ordine degli Ingegneri di Ragusa, in sinergia con il Comune e con la Consulta degli Ingegneri che ha scelto proprio il capoluogo ibleo per il direttivo e il consiglio regionale.

Una tre giorni strategica, quindi, che ha voluto unire professionisti e cittadini attraverso gli Energy Days. “Si è trattata di una concomitanza voluta e cercata - ha detto il presidente della Consulta degli Ingegneri siciliani, Giuseppe Maria Margiotta - visto che, rispetto ad altri convegni, questa iniziativa ha un coinvolgimento diretto con la città e con le realtà territoriali. Ci troviamo quindi dinnanzi a prospettive positive in cui ci ritroviamo anche noi tecnici”.

È stato principalmente il Piano d’azione per l’energia sostenibile (Paes) il leitmotiv del convegno che si è svolto presso l’Auditorium San Vincenzo Ferreri di Ragusa Ibla, analizzato attraverso il rapporto con i professionisti e con gli enti locali. È stato l’assessore comunale all’Ambiente Antonio Zanotto ad aprire i lavori, sottolineando l’importanza di questi appuntamenti. “Discutere del Paes per la nostra Amministrazione è fondamentale - ha detto Zanotto -  visto che il piano contiene una serie di operazioni che speriamo di realizzare presto, a partire dal cambio, in città, dei corpi illuminanti, o al cambio del parco auto, in modo da scegliere mezzi a metano, elettrici o con modalità ibride”.

Nel dettaglio, è stato l’energy manager del comune di Ragusa, Carmelo Licitra, a illustrare il Piano d’Azione dell’ente: l’obiettivo principale è la riduzione complessiva, entro il 2020, del 23 per cento delle emissioni di gas serra nel territorio comunale rispetto al livello registrato nel 2011. “Il 13 aprile del 2013 il comune di Ragusa ha aderito al Patto dei sindaci, nel periodo di commissariamento - ha detto Licitra -. L’8 gennaio dell’anno successivo ha espresso la volontà politica di aderire e il 17 febbraio c’è stata la deliberazione. È stato creato un ufficio Paes, con i diversi settori interessati. Oltre all’obiettivo della riduzione delle emissioni - ha aggiunto - si lavorerà per rendere più efficienti gli edifici, gli impianti, i sistemi di illuminazione e si interverrà nei settori della mobilità, dell’edilizia sostenibile, del risparmio energetico senza dimenticare la promozione delle fonti rinnovabili”.

Il confronto si è sviluppato anche lungo l’intesa siglata tra Comune di Ragusa e Ordine degli Ingegneri: come ha evidenziato lo stesso presidente dell’Ordine della provincia iblea, Vincenzo Giuseppe Di Martino, infatti, la loro organizzazione ha “siglato un protocollo con il comune per effettuare, attraverso i nostri professionisti, la diagnosi energetica. Vogliamo aprirci al confronto con le aziende e con il Comune sui temi dell’energia rinnovabile - ha detto il presidente Vincenzo Dimartino - Siamo orgogliosi di riproporre gli Energy Days per il secondo anno e speriamo di portare avanti questa iniziativa sempre più con incisività sul territorio”.

Anche il Consiglio nazionale degli Ingegneri ha voluto prendere parte all’incontro, per rimarcare la volontà di supportare queste iniziative reputate fondamentali per i territori. “L’energia e il suo risparmio - ha detto il consigliere nazionale Nicola Monda - sono questioni molto importanti. Dobbiamo raggiungere gli obiettivi che le direttive europee ci impongono e io che mio occupo di Esteri so bene che sono dei traguardi fondamentali. Qui a Ragusa c’è tanta attenzione per l’energia e questo evento lo dimostra. La vostra provincia merita uno sguardo rilevante: questi eventi sul territorio sono interessanti sia per confermare la validità dell’obiettivo - ha aggiunto ancora Monda - che per prendere indicazioni a livello locale, oltre che a fornire alcuni elementi di carattere generale”.

Durante il convegno, inoltre, è toccato a Francesco Cappello, esperto energetico e ricercatore presso l’Enea, fornire dati e numeri sui consumi e sulle fonti rinnovabili al fine di offrire una serie di spunti in merito al risparmio energetico della Sicilia. “L’efficienza energetica è un argomento importante anche per la riduzione dei costi - ha evidenziato Cappello - Dal 6 per cento del 2009, in Sicilia, si è passati al 23 per cento del 2013 di elettricità coperta con fonti rinnovabili. C’è un grande movimento negli ultimi anni sull’efficienza energetica, tanto interesse dall’Unione europea. Ci sono ormai degli obblighi sul solare termico per i nuovi edifici e per le ristrutturazioni importanti, ma c’è da dire - e questo discorso vale anche e soprattutto per gli enti locali - che ci sono tantissimi finanziamenti che si potrebbero sfruttare”.

E delle tante opportunità per le Pubbliche Amministrazioni ha parlato il consigliere dell’Ordine degli Ingegneri di Ragusa, Sandro Feligioni, che a conclusione dell’appuntamento ha affrontato, in particolare, il tema degli strumenti finanziari e del partenariato pubblico e privato.

Articolo pubblicato il 14 luglio 2015 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus
L'apertura degli Energy Days
L'apertura degli Energy Days